Sulmona. Infermiere timbrava ricette false per procurarsi antidolorifico, 39enne molisano agli arresti domiciliari

I Carabinieri della Stazione di Sulmona hanno arrestato, lo scorso 31 ottobre, un infermiere 39enne molisano per il reato di peculato, truffa e detenzione di sostanze stupefacenti. L'uomo, colto in flagranza di reato, è accusato di aver emesso fatture false che gli ha consentito di ritirare in farmacia medicinali a base di Frentanyl, un potente antidolorifico. Dalle ricostruzioni effettuate dagli inquirenti, sembrerebbe che il 39enne si sarebbe impossessato di alcune ricette, sulle quali poneva il timbro di un medico senza il permesso di quest'ultimo, per procurarsi alcuni medicinali, causando anche un danno pari a 22.000 euro al servizio sanitario nazionale. L'uomo si trova ora agli arresti domiciliari.