L'On. Occhionero ascoltata in Commissione Antimafia. Tre ore di audizione, atti secretati

Si è svolta l'audizione dell'onorevole Giuseppina Occhionero nella Commissione parlamentare di inchiesta sul fenomeno delle mafie e sulle altre associazioni criminali, anche straniere, presso l'Aula del V piano di Palazzo S. Macutoin, dopo l'arresto dell'ex collaboratore Nicosia per associazione mafiosa. L'audizione è iniziata pochi minuti dopo le 20 ed è terminata alle 23.11.

l segretario della Commissione parlamentare antimafia Wanda Ferro (FDI) ha formalmente richiesto al presidente Morra l’audizione in Commissione della deputata di Italia Viva Giuseppina Occhionero, il cui ex collaboratore parlamentare, Antonello Nicosia, è stato arrestato dalla Procura distrettuale di Palermo con l’accusa di associazione mafiosa nell’ambito dell’operazione “Passepartout”. Secondo quanto ricostruito dalle indagini del Ros e della Guardia di Finanza, Nicosia sarebbe entrato nelle carceri insieme alla deputata per incontrare i boss detenuti e portare all’esterno i loro messaggi. In particolare l’ex collaboratore parlamentare è ritenuto dagli inquirenti l’anello di collegamento con i mafiosi detenuti vicini al superlatitante Matteo Messina Denaro. Particolarmente preoccupanti sono, tra l’altro, i toni e contenuti di alcune interlocuzioni tra l’arrestato e la parlamentare emersi nel corso delle indagini. Una vicenda che, secondo la parlamentare di Fratelli d’Italia, necessitava di un urgente approfondimento anche in sede di Commissione parlamentare.