Stagione sciistica appesa ad un filo. Regione assente, 105 giorni per la manutenzione degli impianti

Il 2 dicembre scade il contratto della società DGA Funivie,  di concessione degli impianti sciistici di Campitello Matese per gli ultimi 3 anni. LA DGA Funivie, contattata più volte dai vertici della società Funivie Molise S.P.A., proprietaria dell'intero comprensorio sciistico molisano, potrebbe ottenere un nuovo contratto della durata di un anno. Sinora la società non ha firmato alcun contratto con Funivie Molise, che ricordiamo essere una società controllata dalla Regione Molise. 
Gino De Gregorio, proprietario della società DGA Funivie, ci ha comunicato: "Oggi verranno aperte le buste per la gara della manutenzione della seggiovia della 'Piana' e 'Lavarelle', nel bando è prevista la manutenzione entro 105 giorni, si puo' capire che se la ditta vincitrice dovesse prendere tutti i giorni a disposizione non è possibile riuscire accettare una qualsiasi proposta dalla Funivie Molise, sperando sempre che non ci siano altri intoppi come ricorsi alla gara di appalto". Continua De Gregorio: "Se si vuole si potrebbe aprire prima di Natale, infatti basterebbe fare i lavori di manutenzione alla seggiovia della Piana, che ricordo è una seggiovia fondamentale visto che è l'unica che collega la Lavarelle e la seggiovia della Del Caprio".
Certo è che la Regione si è ricordata, forse troppo tardi, di chiedere ed organizzare una gara che oggi sembra fondamentale per la riapertura degli impianti molisani. Campitello Matese è una nota località turistica per chi ama gli sport invernali ed è una ricchezza per il turismo molisano, visti i numerosissimi sciatori provenienti dalle regioni limitrofe. Da non dimenticare che andando avanti così si perderanno svariati posti di lavoro, tra strutture recettive, maestri sci e attività collegate allo sport invernale più amato dai molisani.