I lupi tornano a sorridere: Alessandro si sblocca ed archivia la pratica Chieti

Fonte immagine di copertina: SS Campobasso Calcio

di Marco Bruni

Nell’anticipo del sabato i rossoblù tonano a sorridere con una prestazione convincente incorniciata dalla prima rete messa a segno da Danilo Alessandro.

L’attaccante ex Cesena, a secco da inizio stagione, finalmente si sblocca e consente agli uomini di mister Cudini di portare a casa i tre punti.

Negli altri due anticipi odierni il Pineto si impone per 2-1 contro il Porto Sant’Elpidio mentre il rullo compressore, nonché capolista, Notaresco viene fermato con un pari a reti inviolate sul campo del Montegiorgio.

La classifica vede ora il sodalizio molisano agganciare il treno play-off a quota 19 punti in attesa della prossima durissima gara al Romagnoli contro la vice capolista Recanatese.

La gara tra Chieti e Campobasso si disputa sul neutro di Ortona con tanto di divieto di trasferta per i tifosi ospiti per questioni di sicurezza legati all’impianto.

I rossoblù partono decisamente meglio rispetto agli abruzzesi e cercano, fin dai primi minuti, di mettere in difficoltà la retroguardia nero-verde.

Alessandro, Cogliati, Candellori e Bontà si intendono quasi alla perfezione ma il valore aggiunto di giornata è rappresentato sicuramente dalla prestazione maiuscola di Zammarchi, vera e propria spina nel fianco della difesa locale. Tutti ingredienti, questi, che lasciano presagire una partita semplice ma, tuttavia, la prima frazione di gioco termina in parità con un Chieti attento a non regalare nulla.

Gli abruzzesi hanno tutto da perdere. Vengono da una serie di risultati negativi e la classifica non sorride. La situazione ambientale non è delle migliori e la tifoseria, come a Campobasso, è molto esigente considerata la storia del Club.

Nella ripresa i rossoblù sembrano averne di più e provano a spingere il piede sull’acceleratore approfittando di un avversario non particolarmente in forma.

La svolta della gara arriva al minuto 55: Zammarchi, neanche a dirlo, si invola per l’ennesima volta sulla fascia destra e lascia partire un cross al centro dell’area. L’estremo difensore ospite, Camerlengo, ha una incertezza di troppo ed Alessandro, di rapina, deposita in rete la palla che varrà la vittoria.

Altre occasioni non mancheranno ma la più clamorosa capita ancora tra i piedi del numero 10 rossoblù a tre minuti dal novantesimo: Candellori si lancia sulla sinistra, penetra in area di rigore ed offre un assist al bacio per l’accorrente Alessandro che, a tu per tu con il portiere avversario, spreca malamente facendosi respingere la sfera in angolo.

Dopo quattro giri di lancette extra-time il direttore di gara, Sig. Cusumano della sezione di Caltanissetta, decreta la fine delle ostilità con il consueto triplice fischio finale consegnando i tre punti al Campobasso che potrà ora preparare con più serenità il delicato match interno contro la temibile Recanatese.