Morte Michele Ambrosio. Il cordoglio delle istituzioni

"Nell’apprendere ieri sera  della morte di Michele Ambrosio, in passato consigliere al Comune di Campobasso per diverse legislature, il sindaco di Campobasso, Roberto Gravina, la Giunta, il Consiglio Comunale e l’intera amministrazione di Palazzo San Giorgio, esprimono, in questo triste momento, il loro sincero cordoglio e la vicinanza alla famiglia Ambrosio". Questo il messaggio di cordoglio del sindaco di Campobasso, Roberto Gravina

 

Anche il  consigliere comunale Alberto Tramontano esprime profondo cordoglio per la scomparsa di Michele Ambrosio, un esempio di impegno civile e amministrativo: "Ricordo le sue tante iniziative consiliari, frutto di studio e approfondimento. Epiche le sue battaglie durante le fasi di approvazione dei bilanci comunali. Michele è stato per noi giovani consiglieri un maestro e un esempio. Non lasciava nulla al caso e all'improvvisazione; aveva un profondo rispetto per il ruolo e le prerogative dei Consiglieri comunali. Se oggi in Consiglio comunale a Campobasso ascoltiamo l'inno di Mameli lo dobbiamo a lui. Il regolamento per la cittadinanza onoraria e per la cittadinanza benemerita li dobbiamo a lui. L'Istituto del Consigliere aggiunto è stato un provvedimento da lui pensato ed elaborato. Queste sono soltanto alcune iniziative che hanno contraddistinto il suo percorso politico. Umanamente Michele non era una persona facile : lo ammiravi o lo guardavi a distanza. Io lo ammiravo, con i suoi limiti e con le sue qualità. Era un uomo intelligente. Un vero consigliere comunale, fiero e orgoglioso".