Codice rosso. Deferiti due uomini per violenze fisiche e psicologiche nei confronti delle proprie consorti

Prosegue incessantemente, da parte dei militari dell’Arma dei Carabinieri, l’attività di contrasto simultaneamente mirata alla prevenzione e repressione dei fenomeni di primario allarme sociale, quali la “violenza di genere e domestica” ed il “consumo di sostanze stupefacenti”. Settori nei cui ambiti i Carabinieri della Compagnia di Campobasso, solo negli ultimi tre giorni, hanno deferito all’Autorità Giudiziaria ben tre uomini.  A causa delle continue vessazioni tra le mura familiari, perduranti nel tempo e spesso taciute, sono stati deferiti a piede libero B.G. di anni 70 e N.M.F. di anni 28, quest’ultimo di origine pachistana, responsabili di reiterate violenze fisiche e psicologiche nei confronti delle rispettive consorti, procedendo in un caso anche al sequestro cautelativo delle armi regolarmente detenute dal soggetto. Ennesimi drammi familiari, quelli appena descritti, in cui, ancora una volta, l’azione dei Carabinieri è stata tempestiva e risolutiva, evitando che i gravi gesti determinassero ulteriori e più gravi conseguenze. Si rinnova l’invito per chiunque dovesse trovarsi quali vittima in una delle situazioni sopra descritte a denunciare immediatamente ai Carabinieri le violenze o le vessazioni subite, utilizzando il numero unico europeo 112, o anche rivolgendosi direttamente ai numerosi presidi territoriali del Comando Provinciale Carabinieri di Campobasso, distribuiti capillarmente nelle numerose realtà locali. Tutto ciò al fine di consentire l’intervento quanto più rapido ed efficace grazie anche ai recenti sviluppi normativi in materia ben compendiati nel termine di “Codice Rosso” grazie al quale gli inquirenti, in accordo con l’Autorità Giudiziaria, hanno la possibilità di sfruttare un canale privilegiato a tutela delle vittime di tali condotte delittuose. Parallelamente, sul versante della lotta allo spaccio di droga, intensificata con l’approssimarsi delle festività’ natalizie ed il conseguente innalzamento del rischio d’iniziazione al consumo al quale gli adolescenti sono esposti, i militari della Compagnia Carabinieri di Campobasso hanno deferito all’autorità giudiziaria l’ennesimo giovane del posto, C.V. di anni 21, già noto alle forze dell’ordine, trovato in possesso di una dose di cocaina e di denaro contante provento dell’attività di spaccio.