Altro che Manovra delle tasse: ecco cosa contiene la Legge di Bilancio, Ortis: "Lavoratori, pmi e famiglie al centro della nostra azione"

“Lavoratori, imprese, famiglie: sono loro che abbiamo scelto di tutelare con la Manovra approvata in questi giorni in Parlamento. E chi parla di nuove tasse spalmate un po’ dovunque, racconta il falso e possiamo dimostrarlo”. Così il portavoce al Senato del MoVimento 5 Stelle, Fabrizio Ortis, dopo il via libera definitivo alla Legge di Bilancio 2020, approvata ieri dalla Camera dei Deputati:  “A chi ci accusa di avere tartassato i cittadini – spiega Ortis – rispondiamo con orgoglio che il Governo Conte due ha provveduto a tagliare le tasse sui lavoratori, sulle famiglie e sulle piccole e medie imprese. A cominciare da quella che sarebbe stata un’autentica bomba sociale, l’aumento delle aliquote Iva, da noi prontamente disinnescata: 23 miliardi di euro, circa 540 euro in più a famiglia. Noi siamo quelli che, inoltre, hanno davvero tagliato il cuneo fiscale: una misura altre volte annunciata, ma mai fatta dai governi precedenti, che consentirà di aumentare le buste paga di tanti lavoratori dipendenti con salari bassi o medio bassi. Un segnale importante, che confidiamo si tramuti in un aumento dei consumi e della domanda interna, dando respiro all’economia localeLe tasse, tuttavia – sottolinea il senatore - per qualcuno sono realmente aumentate: per il gioco d’azzardo, per le banche, per le piattaforme petrolifere off shore. Una decisione che ci ha consentito di salvare, di converso, tante piccole e medie imprese che sono la spina dorsale del nostro Paese. La Manovra, infatti, sposa le idee di un grande piano verde per l’ambiente e per le nostre città e un forte sostegno alle famiglie, nel segno del welfare inclusivo tanto caro al MoVimento 5 Stelle”. Numerosi i punti chiave della Legge di Bilancio che vale la pena ricordare: oltre alla sterilizzazione dell’Iva e al taglio del cuneo fiscale ci sono misure importanti quali l’istituzione di un Fondo per il Green New Deal per 4.24 miliardi di euro in tre anni, una parte del quale, pari a 450 milioni, sarà destinata a interventi volti alla riduzione delle emissioni di gas a effetto serra; la lotta serrata all’evasione fiscale attraverso l’incentivazione dei pagamenti elettronici, garantendo un rimborso in denaro, il cosiddetto “Bonus Befana”, a chi ne fa utilizzo; l’eliminazione, dal 1° settembre 2020, del cosiddetto “superticket”, ovvero la quota di compartecipazione al costo delle prestazioni sanitarie a carico dell'assistito; l'incremento delle risorse per gli interventi di edilizia sanitaria e di ammodernamento tecnologico del patrimonio sanitario pubblico; misure per i nuclei familiari in difficoltà con l’istituzione del “Fondo assegno universale e servizi alla famiglia”, con una dotazione pari a 1.044 milioni di euro per il 2021 e a 1.244 milioni di euro annui a decorrere dal 2022; tagli alle spese della Presidenza del Consiglio e dei Ministeri; ancora, il raddoppio del bonus asili nido rimodulato su soglie Isee differenziate: l'attuale beneficio di 1.500 euro, a decorrere dal 2020, sarà infatti incrementato a 3mila euro per i nuclei familiari con un valore Isee fino a 25mila euro e di 1.000 euro per i nuclei familiari da 25.001 euro a 40mila euro; l’istituzione del Fondo per la Disabilità e la Non Autosufficienza, per il quale sono previsti nel complesso 529 milioni nel prossimo triennio. “Una volta entrate a regime tutte queste misure – questo l’auspicio del senatore Ortis – milioni di italiani potranno trarne beneficio e, tra essi, anche tanti molisani in difficoltà. È soprattutto a loro, con rinnovato impegno, che mi rivolgo per esprimere la mia vicinanza e gli auguri più sinceri di un buon Natale e felice Anno nuovo”