Movimento Cinque Stelle. Parlamentari morosi a rischio espulsione, tra di loro anche Luigi Di Marzio

Sono 47 i parlamentari del Movimento Cinque Stelle non in regola con le restituzioni,previsto dal regolamento pentastellato. I tre probiviri del M5S, Raffaella Andreola, Fabiana Dadone e Jacopo Berti hanno infatti stilato la lista di quei parlamentari grillini che non sono in regola con le restituzioni. Tra la lunga lista spicca anche il nome del senatore molisano, Luigi Di Marzio, protagonista delle cronache per non aver versato il dovuto al Movimento Cinque Stelle dall'ottobre del 2018.  "Oggi abbiamo fatto il punto della situazione sulle restituzioni dei parlamentari con i probiviri - hanno dichiarato in una nota i capigruppo di Camera e Senato Davide Crippa e Gianluca  Perilli. Dall'inizio della legislatura, i parlamentari del Movimento 5 Stelle hanno restituito oltre 13 milioni di euro, denaro utilizzato per aiutare i cittadini e le piccole e medie imprese, con iniziative riguardanti sanità, scuola, alluvionati, aiuti alle famiglie delle forze dell'ordine, finanziamenti per il fondo per il contrasto della povertà educativa e il fondo contro la violenza sulle donne. In particolare sono stati impegnati oltre tre milioni di euro, sempre derivanti dalle restituzioni dei portavoce nazionali e regionali, per finanziare progetti di sostenibilità ambientale per i quali le scuole pubbliche interessate potranno presentare richiesta entro il 29 febbraio 2020. L''85% dei parlamentari, è in regola con le rendicontazioni e con le restituzioni. Per quelli non in regola i probiviri ci hanno comunicato che, nelle prossime ore, verranno aperti, come da Statuto, i relativi procedimenti". Si tratta comunque di una prima fase prima dell'assemblea che si svolgerà giovedì con il Ministro Luigi Di Maio