Terminate al porto di Termoli le operazioni per il recupero della Panda rossa. "Ci sono tutti gli elementi per dire che è Victorine"

22/01/2020 - Sono terminate al porto di Termoli le operazioni per il recupero della Panda rossa al cui interno è stato individuato ieri il corpo di Victorine Bucci, la donna di 42 anni scomparsa il 18 dicembre scorso.
Posizionata la gru sulla punta del molo sud. I sub dei carabinieri di Pescara si sono immersi nelle acque del porto alle 9. Sul posto il procuratore della Repubblica di Larino Isabella Ginefra, i carabinieri di Larino, la Capitaneria di porto con il comandante Francesco Massaro. Ieri pomeriggio la svolta nelle ricerche. I sub dei carabinieri di Pescara poco prima delle 17 hanno trovato l'auto di Victorine sui fondali, capovolta sul lato passeggero; all'interno il corpo di una donna. Oggi il recupero con gli esami tecnici. Ieri sera il procuratore Ginefra aveva dichiarato "Ci sono tutti gli elementi per dire che è Victorine".
 
21/01/2020 - Svolta nelle indagini, trovata l'auto abbandonata più di un mese fa al porto di Termoli. Dopo una giornata di ricerche al porto di Termoli è affiorata l'auto della donna residente a Larino di cui si sono perse le tracce da oltre un mese. Il corpo all'interno della macchina con tutta probabilità è quello di Victorine Bucci. La svolta nelle indagini della procura di Larino. Per l'intera giornata i carabinieri subacquei di Pescara hanno scandagliato i fondali.
 
21/01/2020 0re 9:00 - Riprese nel porto di Termoli le ricerche di Victorine Bucci, la donna di 42 anni residente a Larino (Campobasso) della quale non si hanno più notizie dal 18 dicembre 2019; sparita anche la sua auto, una Panda rossa. I sub dei Carabinieri di Pescara si sono immersi nelle acque del molo sud per scandagliare i fondali fino al molo di nord-est, l'imbarco per le Isole Tremiti (Foggia). L'unica traccia in mano agli inquirenti è un cellulare di Victorine trovato sugli scogli subito dopo la sua scomparsa. L'indagine è coordinata dal Procuratore di Larino.