Gravina rompe il silenzio elettorale spingendo per Bonaccini in Emilia "Per noi è il momento della riflessione, quella profonda"

Con un post pubblicato su Facebook, di questa sera alle ore 19:50, il Sindaco Roberto Gravina rompe il silenzio elettorale ( per legge non si può fare propaganda politica fino alla chiusura dei seggi) e annuncia la sua volontà di appoggiare Bonaccini, nonostante il Movimento 5 Stelle abbia un suo candidato Presidente alle elezioni regionali dell'Emilia Romagna, Simone Bernini. "In Emilia Romagna deve vincere Bonaccini", così dichiara Gravina. 
Che il sindaco di Campobasso abbia accolto l’appello di Bonaccini: "I grillini scelgano il mio nome" fatto proprio ieri prima del silenzio elettorale? Un post dal quale si evince che, non solo a livello nazionale, ma anche a quello locale il Movimento 5 Stelle stia passando un momento di forte crisi identitaria e politica come il sindaco ammette "Per noi, invece, è il momento della riflessione, quella profonda". 
M5s ago della bilancia? Il movimento potrebbe essere determinante per le sorti di Stefano Bonaccini e Lucia Borgonzoni. I voti grillini - che rispetto al 12% delle Europee - potrebbero subire una importante flessione peseranno tantissimo in una partita al fotofinish.
"E non ne faccio una questione solo squisitamente politica, ma soprattutto una questione culturale ed estetica.
Sarebbe infatti un indebolimento della figura di Salvini, sarebbe una reazione doverosa contro una immagine assolutamente inadeguata a rappresentare la leadership del centro-destra italiano.
Della serie: non sarai mai capo di un fantomatico Governo! Scusate se è poco.
In Calabria, invece, sarà una passeggiata: prevedibile come l'alternanza degli ultimi venti anni, certificabile come il classico malcontento per entrambi gli schieramenti che l'hanno governata, riducibile in una sola parola: fallimento dell'uno e dell'altro, con buona pace della memoria elettorale".