Parco Nazionale del Matese: Coldiretti presenta la sua proposta di regolamento

Un Regolamento rispettoso dell’ambiente e delle attività economiche all’interno dell’area del costituendo Parco nazionale del Matese. Di questo e dei risvolti ambientali e socio-economici dell’area protetta si parlerà nel corso della tavola rotonda dal tema “Parco nazionale del Matese – Proposta Coldiretti per il regolamento”, in programma venerdì 31 gennaio alle ore 16.00 a Morcone, in provincia di Benevento, presso la sala teatro Universitas. L’incontro, voluto dalle federazioni regionali Coldiretti della Campania e del Molise e dalle federazioni provinciali di Benevento, Caserta, Campobasso ed Isernia, vedrà la partecipazione degli amministratori delle aree ricadenti nel Parco, fra cui anche politici di caratura nazionale ed europea, oltre che di imprenditori agricoli e zootecnici molisani e campani. Nel corso dei lavori Coldiretti presenterà e consegnerà agli amministratori locali e ai portatori d’interesse la propria proposta di Regolamento del Parco, ovvero lo strumento fondamentale per la governance dell’enorme area interessata, che coniuga la tutela ambientale con l’agricoltura e la sopravvivenza delle economie delle comunità interessate. Dopo i saluti di benvenuto di Luigino Ciarlo, sindaco di Morcone, a presentare la proposta di Coldiretti saranno Stefano Masini, responsabile nazionale Ambiente e Territorio di Coldiretti e il professor Tammaro Chiacchio, docente universitario di Diritto Amministrativo. Sul documento della Coldiretti si confronteranno Antonio Di Maria, presidente della Provincia di Benevento, Giorgio Magliocca, presidente della Provincia di Caserta, Francesco Roberti, presidente della Provincia di Campobasso, Alfredo Ricci, presidente della Provincia Isernia, Vincenzo Girfatti, presidente del Parco Regionale del Matese, Nicola Caputo, consigliere all’Agricoltura del Presidente della Giunta Regionale della Campania, oltre all’europarlamentare molisano Aldo Patriciello ed ai parlamentari campani Sandra Lonardo e Piero De Luca. Le conclusioni saranno affidate a Gennarino Masiello, vicepresidente nazionale di Coldiretti.