Isernia. Sabato la presentazione del romanzo di Vasco Di Salvo "Di tutti gli altri beni"

 Si svolgerà, sabato 8 febbraio alle ore 18:00 presso lo Spazio Comune “Ru Puzz - ex Lavatoio” Corso Garibaldi 1, in collaborazione con l’Associazione Prometea, la presentazione del libro “Di tutti gli altri beni”, romanzo di Vasco Di Salvo edito da Scatole Parlanti (Collana Forme, pp. 190, euro 15). Con l’autore dialogheranno: Gabriele Venditti, direttore della Biblioteca Comunale e Andrea Palumbo dell’Associazione Prometea. Letture di Stefania Giordano. 

BIOGRAFIA
Vasco Di Salvo, classe 1982, nel 2005 è stato tra i cinque vincitori premiati da Daniel Pennac in occasione del concorso nazionale di scrittura breve “Centoparole”, organizzato per i cinquant’anni della casa editrice Feltrinelli. Già autore de “L’estate del Ramarro” (Edizioni La Gru), Di Salvo torna alla narrativa con “Di tutti gli altri beni”, quasi un metaromanzo suddiviso in tre parti che mettono in risalto diversi punti di vista e varie ambientazioni – la provincia del Centro-Sud, Milano e Roma – per una riflessione sul tema dei rapporti interpersonali e del lavoro, sulla verità e l’arte.  Silvestro, recluso nel carcere di Serinia, narra la propria vicenda a uno scrittore che la ritiene un incredibile plagio di un suo testo giovanile. Disoccupato, dopo aver preparato una fallimentare campagna elettorale, Silvestro viene contattato da un’organizzazione segreta che gli propone il mestiere dell’amico di tutti, con tanto di stipendio e manuale d’orientamento. Col tempo verrà spinto a fondare un’associazione e gestire un locale, ma finirà in tragedia, con lui come unico capro espiatorio. Si tratta in realtà di una macchinazione dei poteri forti locali? La misteriosa società e il suo rappresentante hanno realmente preso spunto dal racconto dello scrittore? 
Nato a Roma, Vasco Di Salvo si è diplomato in Scenografia all’Accademia di Belle Arti di Roma e nel 2010 al Centro Sperimentale di Cinematografia – Scuola Nazionale di Cinema di Roma. Ha avuto esperienze in diversi settori artistici, in particolare quello audiovisivo.