Campobasso - Porto Sant'Elpidio 3-0

Il Campobasso cala il tris e vola a soli 6 punti dalla vetta (VIDEO RIGORE)

di Marco Bruni

Un Campobasso cinico e quadrato conquista il suo sedicesimo risultato utile consecutivo lanciandosi prepotentemente verso la rincorsa alla vetta lontana, oramai, solo sei lunghezze. La capolista Notaresco, infatti, perde altri due punti pareggiando in casa contro un Tolentino al riscatto dopo la brutta sconfitta rimediata in finale di coppa Italia.

Il Matelica, insieme ai molisani, non molla e si impone per 2-0 sul campo della Sangiustese portandosi addirittura a soli tre punti dalla vetta.

La Recanatese lascia, per il momento, la terza piazza proprio agli uomini di mister Cuduni, non riuscendo ad andare oltre un pari a reti inviolate tra le mura di un’Avezzano in piena lotta salvezza.

Un girone avvincente che si è improvvisamente riaperto grazie ad una capolista in piena crisi di identità e a delle inseguitrici più che mai convinte dei propri mezzi. Tra queste, protagonista assoluto sembra essere proprio il Campobasso che da sedici giornate consecutive non conosce la parola sconfitta e, nonostante qualche pareggio di troppo, potrebbe rivelarsi la prima indiziata alla vittoria finale.

Restano dieci finali da giocare con un calendario, sulla carta, più agevole per i rossoblù rispetto alle dirette avversarie. La strada è ancora lunga ma inevitabilmente tracciata verso un obiettivo ad inizio stagione assolutamente insperato.

Il match contro il Porto Sant’Elpidio inizia con gli ospiti più pericolosi rispetto ai padroni di casa. Nei primi minuti, infatti, Cuccù sfiora in almeno due occasioni la rete facendo arrabbiare i circa duemila spettatori presenti oggi al Nuovo Romagnoli.

I rossoblù, dopo una prima fase di buio, ritrovano il giusto equilibrio iniziando a macinare gioco soprattutto con Alessandro e Cogliati che cercano di mettere in difficoltà la retroguardia avversaria.

I frutti di un ritrovato feeling vengono capitalizzati al 35’ minuto quando Brenci fa sua una palla vagante e, con un gran destro, realizza il momentaneo 1-0.

Sul finire di primo tempo è ancora la coppia Alessandro-Cogliati a creare scompiglio lanciando un contropiede velocissimo che avrà un calcio di punizione dal limite come epilogo. Alla battuta dai venti metri si presenta a sorpresa Varzan che, però, manda la sfera contro la barriera, dando il là al consueto duplice fischio del direttore di gara a chiusura della prima frazione di gioco.

La ripresa ha tutta un altro approccio per gli uomini di mister Cudini che non hanno alcuna intenzione di ripetere gli errori commessi in altre circostanze dimostrando, fin da subito, di voler chiudere la partita. Dopo pochi secondi, infatti, Cogliati viene atterrato in area di rigore ma il direttore di gara assegna solo una punizione dal limite. Dagli sviluppi di quest’ultima un difensore marchigiano tocca ingenuamente la sfera con una mano costringendo, questa volta, il Sig. d’Eusanio di Faenza, a decretare la massima punizione in favore dei molisani. Dagli undici metri è Alessandro ad assumersi la responsabilità del tiro realizzando, con freddezza, il gol del 2-0.

Il Campobasso vola sulle ali dell’entusiasmo spinto anche da una cornice di pubblico degna di ben altre categorie e riesce a gestire al meglio il risultato fino ad un quarto d’ora dalla fine quando Alessandro, tra i migliori in campo, si procura l’ennesimo calcio di punizione dal limite. Ad avvicinarsi alla sfera, neanche a dirlo, è sempre il numero 10 rossoblù che lascia partire una parabola velenosissima che termina la sua corsa sotto il sette alle spalle dell’incolpevole Mariani. 3-0 e risultato in cassaforte.

Le notizie da Notaresco sembrano essere negative ma, a pochi minuti dalla fine, arriva la ciliegina sulla torta: il Tolentino ha pareggiato e può esplodere l’ennesima festa sia sul campo ch sugli spalti forti di aver rosicchiato altri due punti fondamentali per il raggiungimento di un traguardo che sembra ormai alla portata.

Il pubblico ci crede, la squadra e tutto l’ambiente sono convinti dell’impresa. Non resta che attendere un finale di campionato che si preannuncia al cardiopalma.

La prossima importantissima sfida avrà luogo domenica prossima, 23 febbraio, alle ore 14.30, e vedrà il Campobasso scendere sul campo del Montegiorgio reduce da un 2-2 conto il Chieti.