Danno da 3,5milioni di euro per il caso Termoli Jet. La Corte dei Conti condanna Antonio Chieffo

La Corte dei Conti, Sezione Molise, con sentenza n. 5 del 2020 ha condannato l’ex assessore Antonio Chieffo e l’ex dirigente regionale Domenico Pollice alla restituzione all’erario di tre milioni e mezzo di euro. La sentenza è in corso di pubblicazione e si riferisce all’acquisto, da parte della Regione, nel 2005, del 49% delle quote della Ltm, una società partecipata regionale che si è occupata dell’acquisto di un catamarano per il collegamento Termoli-Spalato, per un totale di sei milioni e ottocentomila euro. La vicenda non ha risvolti penali, dal momento che vi è stata un’assoluzione generalizzata, ma è ingente il risarcimento richiesto dalla Corte dei Conti con la sentenza odierna. I condannati al rimborso della somma esorbitante hanno ancora la possibilità di ricorrere in secondo grado avverso la pronuncia del Giudice dell'Erario; qualora i due condannati non fossero in grado di versare l'importo stabilito in sentenza, il risarcimento sarà addebitato a Michele Iorio, ex Presidente, che dovrà sborsare 500mila euro, e sugli assessori Gianfranco VitaglianoRosario De Matteis, Filoteo Di Sandro e Michele Picciano, condannati a pagare 350mila euro a testa.