Montegiorgio - Campobasso 0-1

Campobasso: ormai “C” siamo! Montegiorgio espugnato e vetta a soli 3 punti

Fonte immagine di copertina: SS Campobasso Calcio

di Marco Bruni

Un rigore trasformato con freddezza da Alessandro proietta il Campobasso verso quei sogni di gloria decisamente impensabili solo qualche mese fa e che solo i più ottimisti ne avevano previsto il materializzarsi.

Dopo un inizio di stagione altalenante nei risultati e in aperta contestazione, la società, insieme alla squadra, ha fatto cerchio tirando dritto per la sua strada e costruendo, giornata dopo giornata, un cammino entusiasmante che, se dovesse finire in gloria, rimarrebbe sicuramente negli annali e nella storia del Campobasso.

Il Notaresco non sa più vincere e consente, per l’ennesima volta, alle inseguitrici di accorciare. Il Matelica, addirittura, aggancia il primato a pari merito annullando, di fatto, l’enorme vantaggio dei teramani. Approfittano tutte le inseguitrici compresa la Recanatese distante appena un punto dai rossoblù.

Campionato, dunque, sempre più avvincente che vede finalmente il Campobasso protagonista tra, il gruppetto di testa, ed in piena lotta per un salto di categoria che manca da ormai troppo tempo.

Il match in quel di Montegiorgio non si presenta per nulla facile e, soprattutto nella prima frazione di gioco, gli uomini di mister Cudini faticano a trovare il bandolo della matassa. La pressione sulla squadra è enorme, la si avverte ed è palpabile. Le notizie da Porto Sant’Elpidio sono, fin da subito positive infatti la capolista subisce e finisce per capitolare per ben due volte. La posta in palio diventa ancora più alta: non si gioca più solo per i tre punti ma per la vittoria del campionato.

La partita è contratta, i molisani attaccano ma senza troppa convinzione mentre, dal lato marchigiano, l’attenzione è focalizzata principalmente sul reparto difensivo con buoni spunti di ripartenza.

La svolta arriva al 70’ grazie, ancora una volta, ad una vera e propria illuminazione da parte di Alessandro che dal limite centrale dell’area trova un imbucata millimetrica per l’accorrente Bontà sulla destra che, a sua volta, manda in confusione il difensore di casa costringendolo ad atterrarlo. Per il direttore di gara, Sig. Mori di La Spezia, non ci sono dubbi ed assegna la massima punizione indicando il dischetto.

Dagli undici metri si presenta Alessandro e, consapevole dell’enorme responsabilità, realizza con assoluta freddezza il gol partita liberando tutta la sua tensione con una corsa sfrenata verso i numerosi supporters giunti dal capoluogo molisano.

Gli animi si distendono e le notizie dalla capolista confermano una sconfitta per 2-1.

Dopo oltre cinque minuti di recupero può esplodere la festa! La vetta è solo a 3 punti: ormai “C” siamo!