Termoli. Chiusi ambulatori e pronto soccorso, 35 operatori sanitari in quarantena

In queste ore si trovano in isolamento 35 operatori sanitari, tra medici ed infermieri. Presa questa precauzione dei vertici dell'Asrem perché proprio a Termoli lavorano i due sanitari, marito e moglie, risultati positivi al tampone del covid-19. La coppia infetta manifestava l'infezione in forma asintomatica, tale da ingannarli ed andare a lavoro proprio al San Timoteo. Per precauzione al San Timoteo sono stati chiusi ambulatori e Pronto Soccorso e dimessi tutti i pazienti non gravi.
L'invito delle istituzioni sanitarie è di non recarsi con i propri mezzi al San Timoteo, ma rivolgersi se necessario all'ospedale di Vasto che ha già dato la sua disponibilità.
Restano al momento 8 i molisani che hanno contratto il coronavirus. Sette sono in cura in regione. Uno, originario di Sesto Campano, si trova allo Spallanzani di Roma. Tutti sono in buone condizioni.
"La situazione è sotto controllo" ha precisato il governatore Toma che ha lanciato un appello a tutti i molisani a restare calmi e se possibile restare a casa seguendo alla lettera le indicazioni e le precauzioni contenute nel decreto varato ieri dal Governo. "Ricordiamo che non ci sono focolai in Molise" sottolinea il direttore generale dell'Asrem Oreste Florenzano.