Chiude il Pronto soccorso di Termoli, urgenze inviate a Vasto, installate tende per il "pre triage" per contenere le urgenze

Da oggi gli ospedali della Asl Lanciano Vasto Chieti si preparano ad accogliere anche i pazienti del Basso Molise, dopo che è stato interdetto il Pronto soccorso di Termoli perché due operatori sanitari sono risultati positivi al test Covid-19. Oltre a loro, un'altra persona è risultata positiva al tampone: i tre si aggiungono al primo caso, un medico in servizio all'ospedale San Timoteo del centro molisano. Tutti erano appena rientrati dopo una vacanza in Trentino Alto Adige. 

Dal San Timoteo di Termoli i pazienti urgenti, non sospettati di Coronavirus, saranno avviati verso i Pronto soccorso della Asl di Vasto. Intanto, sono stati attrezzati in meno di 24 ore a Lanciano e Vasto i percorsi dedicati al pre triage delle persone che potrebbero avere contratto il Coronavirus. Il filtro degli accessi, dunque, avverrà all’interno dei container non appena saranno sanificati, ma si tratta di una soluzione di emergenza, poiché la direzione aziendale privilegia, quando possibile, percorsi interni ai presidi ospedalieri, come accaduto a Chieti. A Vasto, quindi, sarà ricavato uno spazio dedicato all’interno della sala d’attesa del Pronto soccorso che richiede, però, un intervento strutturale della durata di qualche settimana per l’esecuzione dei lavori.