Lotta alla contraffazione. La Guardia di Finanza sequestra nastri autoadesivi con false indicazione di origine

Nell’ambito dell’attività di vigilanza sulle merci in ingresso nel territorio nazionale, i funzionari dell’Agenzia Dogane e Monopoli (ADM) in servizio presso il porto di Termoli, in collaborazione con i militari della Guardia di Finanza - Compagnia di Termoli, hanno sottoposto a sequestro un carico di 31.680 pezzi di nastro autoadesivo proveniente dalla Serbia per fallace indicazione di origine. Sui pezzi sequestrati, mancanti dell’indicazione precisa, in caratteri evidenti, del Paese e del luogo di fabbricazione o produzione, erano presenti, oltre al marchio dell’azienda italiana destinataria del carico, indicazioni sulla sua ubicazione geografica tali da indurre a ritenere che i prodotti fossero di origine italiana. Il sequestro è stato convalidato dall’Autorità Giudiziaria ed a carico del legale rappresentante della Società importatrice è stato ipotizzato il reato di vendita di prodotti con segni mendaci.