Emergenza coronavirus. Florenzano "Nessuna apertura del Pronto Soccorso di Larino"

Sono numerose le richieste rivolte sia al Presidente Toma che alla Direzione Generale Asrem di riaprire i Pronto Soccorso di Larino e Venafro proprio per arginare l'emergenza coronavirus in Molise; da parte di Michele Iorio, Aida Romagnolo, On. Giuseppina Occhionero (Iv) "Bisogna programmare e riaprire subito tutti gli ospedali della Regione è quantomai necessario. Per contenere il virus e anche per pensare a un futuro con al centro la sanità pubblica". E' recentissima una nota di Antonio D'Alessandro coordinatore della CISL Molise «La Scrivente Organizzazione Sindacale, in riferimento alle giustificate preoccupazioni dei cittadini del Basso Molise e della comunità di Termoli (CB) circa le esposizioni a rischio connesse con l’emergenza “coronavirus” sollecita ogni utile iniziativa istituzionale tesa a garantire la tutela della salute dei pazienti, degli operatori sanitari e di tutte le persone che quotidianamente accedono all’Ospedale “San Timoteo”; contestualmente si chiede l’utilizzo, in via emergenziale, della struttura ospedaliera di Larino (CB), distante pochi chilometri dalla città di Termoli, dotata anche di una camera iperbarica».
Il neo Direttore Generale Oreste Florenzano è stato sentito telefonicamente, nel pomeriggio, sull'eventualità di una riapertura del Pronto Soccorso di Larino. La situazione è ancora prematura per prevedere questa possibilità, il DG ha così affermato, "Abbiamo una situazione in divenire, ci stiamo programmando dei percorsi e poi se ci sono le condizioni li metteremo in pratica, a seconda dell'evoluzione degli avvenimenti ed al momento non è in itinere questa possibilità". Il Direttore sgombra ogni dubbio, dalle sue parole sembrerebbe che non via alcuna possibilità di riapertura dei pronto soccorso, almeno in questa fase "E' possibile aprire il Pronto Soccorso di Larino, ma per ora non è probabile".