Primo decesso per covid-19 al Cardarelli, 82enne presidente dello Sci Club di Termoli

Dopo l’anziano di Sesto Campano deceduto allo Spallanzani di Roma arriva la prima vittima In Molise. Si tratta di un 82enne di Termoli ed era il paziente più anziano tra i ricoverati nel centro hub dell’ospedale Cardarelli era ricoverato nel reparto di Terapia intensiva. Le sue condizioni si erano aggravate ed è stato necessario il ricovero nella reparto di Terapia intensivaandando via via peggiorando, compromettendo sempre più le funzioni respiratorie e questa mattina è avvenuto il decesso.
Nel reparto di Rianimazione del Cardarelli di Campobasso ci sono cinque persone, tre molisani e due pazienti provenienti da Bergamo. Nel reparto di Malattie Infettive del Cardarelli, invece, c’è un miglioramento. Due delle tre persone ricoverate sono state dimesse. Il numero dei positivi al tampone in isolamento domiciliare passa a 12. Aumentati i posti letto in Rianimazione che da 19 sono passati a 30. A questi se ne aggiungeranno altri 20, se necessario, messi a disposizione da Neuromed e Cattolica.
I contagi aumentano di giorno in giorno. L'ultimo bollettino ufficiale del Commissario per l'emergenza, Angelo Borrelli della Protezione Civile, risalente a ieri, domenica 16 marzo, parla di 369 nuovi guariti, 20.603 i positivi, la situazione più critica rimane in Lombardia. Secondo una stima del Governo, fino a fine aprile saranno 92.000 i contagiati, e oltre 360 contagiati in Italia, il picco si attende intorno al 18 marzo. Gli effetti delle misure restrittive si avranno dopo circa 7-10 giorni.  Gli esperti si attendono un boom di contagi al centro-sud dopo la maxi fuga dell'otto marzo, grazie ad una fuga do notizie del DCPM di Giuseppe Conte che bloccava l'Italia per tentare di contenere l'epidemia.