Il concetto di propaganda che ha portato l'Italia nel primo conflitto mondiale. "La propaganda italiana nella grande guerra" di Andrea Cotticelli

Il libro di Andrea Cotticelli “La Propaganda Italiana nella Grande Guerra” (Edito da Pagine nella collana “I libri del Borghese”) racconta dal punto di vista italiano le vicende e i fattori principali che hanno indotto e portato l’Italia alla partecipazione nel Primo catastrofico conflitto mondiale in un modo del tutto inedito. 

Come suggerisce il titolo, il testo va a spiegare di come la componente Propagandistica sia stata importante, se non addirittura basilare, per aver influenzato le vicissitudini sociali e politiche del nostro Paese, prima e durante le fasi della guerra, non solo riportando le trascrizioni e citazioni dei più importanti quotidiani Nazionali dell’Epoca, ma anche di un accompagnamento di una ricca e corposa componente illustrativa ,con immagini inedite (prime pagine, fotografie del tempo, vignette satiriche ecc..), fornendo al lettore una ricca documentazione  rendendo più dinamica e piacevole l’osservazione stessa del testo.


Non è da meno la brillante e limpida narrazione che Cotticelli ha saputo dare alle vicende storiche con opportuni approfondimenti dedicati anche a personaggi storici di grande rilievo come ad esempio D’annunzio, Giolitti e il Mussolini pre-periodo Fascista. Ottimale è la spiegazione dei principali avvenimenti della guerra e di come la stampa scriveva di quest’ultimi, dando quasi sempre un tono nazionalistico e di adesione alla causa ritenendo che il conflitto stesso sia l’ultima fase del “Risorgimento Italiano”.

Il libro, frutto di un colto scrittore, è consigliato caldamente a chiunque abbia curiosità e/o lacune di questo periodo molto importante alla storia del nostro Bel Paese visto che ha tutte le carte in regola di essere un testo di riferimento di quel momento storico.

RECENSIONE DI SIMONE D’ILIO

Autore: 

ANDREA COTTICELLI, nato a Roma il 29 luglio 1982, è giornalista professionista e scrittore. Ha conseguito la Laurea Specialistica in Editoria e Giornalismo presso l’Università LUMSA di Roma e il Master di Secondo Livello Parlamento e Politiche Pubbliche presso l’Università LUISS di Roma.

Ha collaborato per il settimanale PANORAMA, l’Agenzia di Stampa ANSA, il TG3 e il Dipartimento per l’Informazione e l’Editoria della Presidenza del Consiglio dei Ministri.

Ha lavorato come addetto stampa per il gruppo parlamentare dell’MPA – Movimento per le Autonomie presso la Camera dei Deputati e per INVITALIA – Agenzia nazionale per l’attrazione degli investimenti e lo sviluppo d’impresa, dove ha svolto anche l’attività di redattore del portale di comunicazione scientifica RESEARCHITALY del MIUR – Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca.  

Appassionato di Storia Moderna e Contemporanea, con particolare riguardo al periodo storico che va dal Risorgimento italiano alla Prima Guerra Mondiale, Andrea Cotticelli è l’autore dei libri: “La Propaganda Italiana nella Grande Guerra”, edito da Pagine nella Collana “I libri del Borghese”, e di Beatrice Orsini Sacchetti la regina nera nella Roma papalina del XIX secolo” edito da De Luca Editori D’Arte con il patrocinio della Fondazione Giulio e Giovanna Sacchetti Onlus.