Economia al collasso, Di Niro lancia l’appello: “Per il rilancio e la difesa del lavoro aiuti alle imprese a fondo perduto”

È un momento di emergenza per tutti. Il Governo ha ‘partorito’ un Decreto col quale aiutare famiglie e imprese. Ecco le imprese, quelle che danno lavoro alle famiglie. Il premier Conte ha dichiarato di essere consapevole che la misura da 25 miliardi non sarà sufficiente, dovendo ricostruire il tessuto economico una volta terminata l’emergenza Coronavirus. Ha parlato di interventi rapidi. Dalle parole, però, occorrerà passare ai fatti. Immediatamente. Diversamente, saranno migliaia le aziende e le imprese che non riapriranno dopo l’emergenza, lasciando a casa milioni di lavoratori nella disperazione delle famiglie. 
Sarà importante, ad esempio, prevedere e lanciare tutti insieme, noi imprenditori, un motto che, partito dal Molise, dovrà riecheggiare nelle stanze romane: #aiutialleimpreseafondoperduto. È indispensabile, perché aiutare vuol dire consentire la ripartenza. Il solo posticipo delle scadenze di tasse e contributi non aiuterà le aziende, che si ritroveranno a dover pagare tutto insieme nella seconda parte del 2020. Ciò significherà il collasso delle imprese.
Per far ripartire l’economia e difendere milioni di posti di lavoro unitevi al coro: #aiutialleimpreseafondoperduto.