Il Guerriero Sannita, simbolo del Molise, si illumina con il tricolore

A Pietrabbondante (IS) la statua che troneggia nella piazza principale del paese si illumina con i colori dell’Italia come segno di unione e speranza per tutta la popolazione italiana, unita nell’emergenza del coronavirus.

È uno dei simboli che identificano il Molise nel resto d’Italia. La statua del Guerriero Sannita, che troneggia nella piazza principale di Pietrabbondante (IS), da qualche giorno è illuminata con i colori della bandiera tricolore. Un segno di unità e di vicinanza per gli abitanti del paese – che stanno dimostrando responsabilità nel restare in casa, anche grazie all’aiuto dei servizi di spesa e farmaci a domicilio - ma anche un messaggio di solidarietà e di speranza per tutta la popolazione italiana, unita nella distanza e nell’emergenza per il coronavirus. Un’iniziativa voluta dal Comune di Pietrabbondante e dal sindaco Antonio Di Pasquo, per diffondere l’immagine del suo simbolo più emblematico, che rappresenta il mondo dei Sanniti, antico popolo italico il cui Santuario con il teatro del I sec. a. C., i templi e i reperti archeologici di inestimabile valore, si trovano in località Calcatello, appena fuori il paese. La scultura del Guerriero Sannita è una copia di quella realizzata nel 1922 in onore ai caduti della Prima Guerra Mondiale dall’artista Giuseppe Guastalla. Ogni sera, al tramonto, le luci bianche, rosse e verdi diventano quelle di un’intera nazione che non vede l’ora di riabbracciarsi.

Adelina Zarlenga