"Riapriamo subito i nostri ospedali di Larino, Agnone e Venafro". L'appello di Aida Romagnuolo

Sono ormai anni che chiedo incessantemente la riapertura dell'Ospedale Vietri di Larino e, mai come in questo momento, è necessario farlo. Infatti, la sanità nel Basso Molise presenta molte difficoltà e criticità. E' quanto dichiara il consigliere regionale, Aida Romagnuolo: "L' Ospedale San Timoteo di Termoli, non può supportare tutte le richieste di quella vasta area abitativa. L' Ospedale di Larino, è noto, è una struttura già pronta, una delle eccellenze presenti sul nostro territorio. Siamo in piena fase di emergenza e quindi è opportuno riaprirlo immediatamente, e non solo in maniera temporanea ma in maniera definitiva. Stessa cosa deve essere fatta per l'Ospedale di Venafro. Discorso a parte merita l'Ospedale di Agnone che bisogna implementare con la riapertura di altri reparti e servizi. Oggi ci sono tutte le condizioni per farlo, anche perché le spese, così come l'assunzione di personale, sono in gran parte a carico dello Stato. Il nostro primo obiettivo è tutelare la salute e la vita dei cittadini che, ricordiamocelo non ha prezzo. Nulla vale più di una vita umana, nulla. Insieme, tutti insieme, se riusciamo a ragionare e a farlo con serenità, riusciremo a vincere questa prima battaglia e poi la guerra, perché di guerra si tratta. Invito il presidente Toma ad assumere tutte le determinazioni del caso, per riaprire urgentemente i nostri tre ospedali. Viva il Molise".