Cavaliere rinnova l'appello alle aziende casearie: "scegliete innanzitutto latte molisano! "

Nonostante i ripetuti appelli dei giorni scorsi, viene a quanto pare segnalata la presenza di cisterne per il trasporto del latte provenienti da fuori regione. Nulla ovviamente di illegale o illegittimo, ma alla luce della terribile crisi globale che stiamo purtroppo vivendo ognuno di noi può fare la sua parte e agire innanzitutto per la salvaguardia del territorio di appartenenza.  È quanto afferma in una nota l'assessore all'Agricoltura Nicola Cavaliere: "Che spiega: "Non si tratta di obblighi ma di solidarietà, la Regione non ha certo il potere di imporre dall'alto alcuna scelta alle aziende. E non ho la minima intenzione di puntare il dito contro importanti realtà, come appunto quella dei caseifici molisani, che tanto hanno dato alla nostra economia e che vivono, come gli altri, giorni difficili a causa dall'emergenza del Coronavirus. Come però già premesso, - continua - il momento particolare deve indurci tutti alla responsabilità: per tali ragioni, li invito a scegliere in primis il latte degli allevatori locali (che in queste ore lottano davvero per la sopravvivenza), per poi completare il proprio fabbisogno rivolgendosi altrove. Sarebbe questo forse - aggiunge Cavaliere - un ragionevole 'compromesso' per tutelare la filiera senza stravolgere completamente la natura e il modus operandi delle singole aziende.  Uno sforzo, chiedo un piccolo, grande sforzo che probabilmente servirà a garantire un futuro alla nostra terra e un domani ai nostri figli. E che nel lungo periodo porterà di fatto benefici all'intera comunità. Quindi infine ne approfitto - conclude l'assessore - per ringraziare nuovamente tutti gli operatori che, nonostante l'emergenza e adesso purtroppo anche il gelo e la neve, non si arrendono e lavorano duro notte e giorno. Meritano l'affetto e il sostengo del popolo molisano".