Coronavirus. l'appello di Leontina Lanciano: "Per la realizzazione di mascherine servono elastici"

Per contribuire a fronteggiare l’emergenza sanitaria causata dal Coronavirus, i detenuti della casa circondariale di Larino si sono attivati per la realizzazione delle mascherine. Un dispositivo prezioso e, purtroppo, ancora oggi difficile da trovare. Così presso il penitenziario molisano, come in altre realtà e aziende locali, si è deciso di avviare la produzione: le persone recluse nella struttura stanno già cucendo le mascherine. Purtroppo, però, finora non è stato possibile reperire i rotoli di elastico da cucito necessari per completare i dispositivi. Proprio per questo motivo, in veste di Garante dei diritti della persona, ho ricevuto dalla struttura penitenziaria una richiesta di aiuto per il reperimento del materiale. I tentativi fatti fino ad adesso, però, non sono andati a buon fine, quindi ho deciso di rivolgere un appello pubblico allo scopo di riuscire a recuperare l’elastico necessario al completamento delle mascherine. Pertanto prego chiunque sia in grado di fornire il materiale di metterlo a disposizione della casa circondariale di Larino, visto che si tratta di un’iniziativa di estrema utilità in un momento difficile come questo. Gli interessati possono contattare la casa circondariale di Larino o l'ufficio del Garante regionale dei diritti della persona ( E-mail: garanteregionaledeidiritti@regione.molise.it; PEC: garanteregionaledeidiritti@cert.regione.molise.it).