Calenda: "Nel prossimo bilancio regionale fondi per le famiglie che non possono pagare l’affitto"

Al di là dell’aspetto sanitario, al momento prioritario, sono seriamente preoccupata per quanto sta accadendo a livello sociale nella nostra regione. L’emergenza in atto, infatti, sta letteralmente mettendo in ginocchio diverse categorie di lavoratori che si apprestano a vivere una crisi senza precedenti. Motivo per cui servono immediatamente misure per sostenere il pagamento degli affitti e le spese di prima necessità alle famiglie in difficoltà. Queste le dichiarazioni del presidente della IV Commissione Consiliare, Filomena Calenda: "Le misure draconiane varate dal governo per arrestare la pandemia stanno comportando il blocco degli affari di quasi tutte i possessori di partita iva, che a breve dovranno fare i conti con una situazione di assoluta indigenza – ha continuato il consigliere regionale -. Il decreto “Cura Italia” non basterà per porre un freno alla congiuntura economica che dovranno affrontare queste categorie di lavoratori; alcuni provvedimenti, infatti, rappresentano poco più che un palliativo per i tanti commercianti e piccoli imprenditori in difficoltà. Motivo per cui credo che il governo regionale possa e debba fare di più per i molisani in difficoltà, con degli interventi mirati da inserire nel prossimo bilancio di previsione. Chiederò formalmente lo stanziamento di fondi per sostenere le famiglie in difficoltà con il pagamento dell’affitto e per tutte quelle categorie di lavoratori che non possono rispettare gli obblighi contrattuali a causa della pandemia in atto. In questi giorni ho visto la mobilitazione del mondo delle associazioni, a cui va il mio infinito ringraziamento, ma credo che queste famiglie non possano basarsi solo sull’aiuto e sulle azioni caritatevoli del mondo del volontariato. Ora più che mai – ha concluso Calenda – è necessario che la politica si faccia carico di queste difficoltà per lanciare un segnale forte e di sostegno ai nostri corregionali".