Toma: «Tamponi ampliati e mirati in Molise su sanità e case riposo, emersi asintomatici»

«In Molise abbiamo ampliato i tamponi. Abbiamo fatto tamponi in maniera mirata e intelligente: a tutti i soggetti che operano in sanità, medici e paramedici, operatori sanitari particolarmente a rischio perché al lavoro nei pronto soccorso o nei reparti di malattie infettive. Stiamo inoltre completando i tamponi nelle case di riposo e nelle Rsa, prioritario perché abbiamo circa 1.800 anziani in queste strutture». Lo afferma all'Adnkronos il presidente della Regione Molise, Donato Toma, sull'emergenza coronavirus.
Tamponi vengono inoltre effettuati ai "soggetti in quarantena, che hanno avuto contatti a rischio con persone contagiate. E vengono svolti a domicilio". "Siamo arrivati a 160 casi" e con i tamponi " è emersa una buona parte di asintomatici", continua Toma aggiungendo però che non sono emerse particolari criticità né dati preoccupanti rispetto a positivi asintomatici tra gli operatori sanitari".