Alla vigilia del voto del bilancio il governatore Donato Toma ha azzerato la Giunta regionale. Da indiscrezioni sembrerebbe che tutti gli assessori regionali si siano dimessi. Nel momento più difficile della storia italiana e molisana, un vero e proprio uragano si abbatte sulla Regione a quattro giorni dalla votazione del bilancio, prevista per lunedì 20, martedì 21 e mercoledì 22 aprile, 

Potrebbe trattarsi di una mossa politica, al fine di evitare clamorosi scivoloni della maggioranza di centrodestra, durante la votazione del documento di bilancio. Soprattutto, in questa fase, in cui c’è da gestire anche l’emergenza sanitaria legata alla pandemia del Covid-19.  Gli ex assessori automaticamente sospesi per la carica di Assessore tornano a ricoprire il ruolo di Consigliere Regionale, andrebbero fuori dal consiglio i surrogati, vale a dire Antonio Tedeschi, Nico Romagnuolo, Massimiliano Scarabeo e Paola Matteo

Toma dichiara che "non c'è alcuna crisi politica, gli assessori, su richiesta del Presidente - ha spiegato - andranno a votare un bilancio importante per il Molise visto il particolare momento che stiamo vivendo".