Fratelli d'Italia prende le distanze dal Governatore, "Toma ci ripensi"

Isernia, In riferimento a tutto quello che sta accadendo in Regione Molise (azzeramento della giunta, modalità di approvazione del bilancio, eliminazione della surroga per gli assessori) Fratelli d'Italia "prende distanza politica e sottolinea che in un momento delicato ed emergenziale legato alla diffusione del coronavirus nella nostra realtà, si dovevano evitare manovre politiche incomprensibili che vanno a danno di tutta la nostra realtà". A renderlo noto è il coordinatore regionale FdI Molise, Filoteo Di Sandro, che si augura "un ripensamento del Presidente Toma" ed auspica "un confronto politico, più volte richiesto, anche su tali argomenti".

"Tra l'altro per quanto riguarda l'introduzione della norma per l'abolizione della surroga agli assessori in carica - aggiunge - Fratelli d'Italia esprime la propria più assoluta contrarietà in quanto la stessa è non solo illegittima, ma una decisione politica unilaterale che al contrario andrebbe concordata con i partiti; tutte queste situazioni create non fanno altro che acuire i contrasti interni nel centrodestra con ricorsi, controricorsi, tutto a danno della nostra collettività".

"Nell'esprimere solidarietà ai consiglieri regionali al momento esclusi - conclude Di Sandro - e tra questi anche uno di FdI - Massimiliano Scarabeo -, si ribadisce l'assoluta contrarietà del Partito all'approvazione di tale norma".