Covid-19. Negativi i tamponi processati sui pazienti ed operatori "La Residenza dei Saggi"

Ad annunciarlo il sindaco di Monteroduni, Custode Russo, che con immenso piacere comunica che l’esito di tutti gli 85 tamponi eseguiti su ospiti ed operatori della casa di riposo hanno dato esito negativo.

“Sin dai primi giorni dell’emergenza – hanno affermato i responsabili della struttura – abbiamo adottato tutti i dovuti accorgimenti emanati dal Governo al fine di prevenire la diffusione del virus Covid-19. Di fatto sin dal 5 marzo la casa di riposo è stata praticamente “blindata”. Decisione non semplice soprattutto perché si è negato anche ai familiari degli ospiti di accedere per le visite. Familiari che hanno compreso ed appoggiato tale decisione a tutela della salute dei propri congiunti ed a i quali va un ringraziamento per la collaborazione, vicinanza e fiducia che hanno dimostrato quotidianamente.

Sin dall’inizio, con non poche difficoltà, ci siamo immediatamente prodigati per combattere questo nemico invisibile, il cui arrivo improvviso e sicuramente inaspettato, ha destabilizzato tutti nel nostro piccolo, come anche a livello nazionale e mondiale. Ma non ci siamo fatti soggiogare dal panico ed abbiamo immediatamente preso di petto la situazione. Il primo step è stato il reperimento dei DPI a tutela dei lavoratori e dei pazienti. Siamo fieri nel dichiarare che non sono mai mancati. Abbiamo allestito una stanza di “Isolamento COVID-19” per pazienti potenzialmente o comprovatamente positivi. Stanza che per fortuna non è mai servita.

Continueremo, anche per tutto il mese di maggio, ad adottare le nostre misure di sicurezza senza abbassare la guardia mantenendo ancora completamente chiusa la struttura verso l’esterno. Inizia ora, in vista della “fase 2”, la parte più difficile che potrebbe comportate un nuovo aumento della curva epidemica e pertanto, a totale tutela dei nostri ospiti continueremo con queste misure, seppur rigide almeno per tutto il mese di maggio.”

I responsabili della struttura continuano poi ringraziando tutti i dipendenti, i medici consulenti di struttura, e tutti coloro i quali hanno collaborato ad ottenere questo risultato.