Neuromed: 6 pazienti clinicamente guariti, tutti negativi al secondo tampone

Una bella notizia arriva dalla Neuromed, Istituto Neurologico Mediterraneo di Pozzill. I sei pazienti rimasti positivi da Coronavirus sono risultati tutti negativi al secondo tampone processato ieri, risultati arrivati proprio in queste ore che confermano la negatività di tutti. Dopo diverse settimane ormai dall'inizio della pandemia, La Neuromed ospitava 9 casi da Covid-19 nella sua struttura a Pozzilli. Oggi tutti i pazienti sono clinicamente guariti, grande soddisfazione per i medici ed il personale della struttura sanitaria di Pozzilli, continua così il momento positivo della Regione Molise nel combattere questa epidemia.

«La Direzione Neuromed tiene a comunicare che tutti i sei pazienti Covid-19, ricoverati in Neuroriabilitazione, sono risultati negativi ai tamponi eseguiti ieri e processati dall’ASREM. 

Come previsto dal vigente protocollo, i tamponi verranno ripetuti in data odierna al fine di decretare la completa guarigione. 

La soddisfazione per questo importante traguardo, conseguito grazie all’impegno profuso da tutto il personale, ci infonde nuovo entusiasmo per riprendere l’attività di cura e trattamento delle patologie alle quali l’Istituto è dedicato. Tutto il nostro personale sanitario si è prodigato con impegno e professionalità per superare l’emergenza che ha richiesto l’attivazione di protocolli e percorsi assistenziali COVID dedicati, coerenti con le linee guida sanitarie emanate dall’Istituto Superiore di Sanità e dal Ministero della Salute.

Nel corso di questo periodo, oltre ad affinare la nostra competenza professionale, ci siamo arricchiti anche umanamente, stando quotidianamente a contatto con i pazienti e le famiglie che hanno affrontato importanti sofferenze legate alla infezione Covid-19.

Si ringraziano anche i Colleghi dell’ospedale Cotugno di Napoli che hanno confermato la correttezza dei comportamenti assistenziali adottati dall’IRCCS Neuromed.

Con soddisfazione ribadiamo che tutti i pazienti risultati positivi al Covid-19 in questo Istituto sono guariti e potranno così continuare il percorso riabilitativo in atto».