Trasporto pubblico locale, le precisazioni del Direttore del IV Dipartimento Brasiello

«In riferimento alle notizie pubblicate in data odierna su qualche organo di informazione relativo alla riapertura di alcune attività produttive, a partire dal 04 Maggio p.v. e, le aziende di trasporto pubblico locale sono le prime ad essere coinvolte per assicurare il relativo servizio, corre l’obbligo fornire alcune precisazioni». A parlare, in una nota, l’architetto Manuel Brasiello, Direttore del IV Dipartimento della Regione Molise che aggiunge: «Nello specifico, l’ordine di servizio diramato dalle aziende di trasporto pubblico locale urbano e extraurbano GTM e ATM, con il quale le stesse dispongono, tra l’altro: “…che la biglietteria dovrà continuare ad essere effettuata dall’autista ove l’utente non sia riuscito a fornirsi in maniera diversa del biglietto, così come previsto dall’informativa della Regione Molise prot. n. 66371/2020 del 27/04/2020 a firma del direttore del Dipartimento trasporti Dott. Manuele Brasiello”, identifica l’errata interpretazione dello stesso da parte delle soprarichiamate aziende di trasporto. Infatti, il sottoscritto nella propria nota dispone che: “- … sospensione della bigliettazione a bordo degli autobus o, nel caso in cui tale misura risulti di impossibile attuazione, la adozione di sistemi di protezione che assicurino il distanziamento e la sicurezza del personale addetto alla bigliettazione, quali paratie divisorie munite di necessari certificati di conformità, omologazione o analoga autorizzazione…” senza individuare nello specifico l’autista quale personale addetto alla bigliettazione. Pertanto, lo stesso contesta e smentisce categoricamente il contenuto di quanto disposto dalle Aziende di cui sopra e diffida a voler rettificare con effetto immediato il contenuto degli stessi ordini di servizio – termina la nota a firma dell’architetto Brasiello – in quanto emanati in palesi violazioni delle previsioni nazionali e regionali in merito alla situazione emergenziale Covid-19».