Coronavirus e lutto amoroso: cosa fare quando l'amore va in crisi

Il lutto è definibile come "uno stato psicologico conseguente alla perdita di un oggetto significativo, che ha fatto parte integrante dell'esistenza". Si può, quindi, sperimentare un lutto anche con la perdita della persona amata. Le separazioni e i divorzi sono diffusi nella società odierna, e le statistiche sembrano evidenziare che il fenomeno sia in continuo aumento. Il Dott. Gianni Lanari, Psicoterapeuta responsabile del Pronto Soccorso Psicologico Roma Est, sostiene che "la sofferenza provocata dalla rottura di una relazione sentimentale, possa essere in grado di stravolgere l'equilibrio profondo di una persona e di provocare grosse crisi dell'identità personaleNell'attuale emergenza sanitaria da Coronavirus, il quotidiano assume contorni incerti e negativi. Il continuo senso di isolamento e le limitazioni all' autodeterminazione individuale, influiscono pesantemente sull'umore e sulla fiducia nelle proprie risorse. Le relazioni sono messe a dura prova da un nuovo contesto, che ostacola i fisiologici momenti di vicinanza e di distanza dei partner" continua il dottore. "Il rapporto di coppia assume così una dimensione rigida, caratterizzata da assenza prolungata o, all'opposto, da saturazione del legame. Tutti elementi che possono diventare il detonatore che porta alla fine della relazione. La sofferenza emotiva dovuta all'interruzione di un rapporto sentimentale, spesso viene trascurata o minimizzata dall'ambiente circostante. Vissuti di tristezza, senso di vuoto, sonno disturbato, inappetenza, stanchezza cronica, sentimenti di autosvalutazione e di colpa ricorrenti, difficoltà a lavorare, agitazione e irritabilità, sono sintomi frequenti. Se perdurano nel tempo, rischiano di condurre a veri e propri disturbi d'ansia e a quadri depressivi" spiega ancora il Dott. Lanari. La Dott.ssa Debora Barrea, Psicologa del Pronto Soccorso Psicologico Roma Est, evidenzia invece che "gli equilibri all' interno delle coppie sono a rischio in questo momento. Ció riguarda soprattutto le coppie già disfunzionali, che subiscono maggiormente lo stravolgimento repentino della propria quotidianità, l'ansia e la preoccupazione. L'emergenza attuale manifesta quindi inevitabilmente i suoi effetti sulle relazioni: maggior tempo per guardarsi dentro, confronto con un inesorabile arresto della vita e dei legami, riflessioni relative al proprio ruolo all'interno della coppia. È in questi casi, che l'evento doloroso di perdita della relazione sentimentale, necessita di un supporto psicologico. L'aiuto ricevuto permette di riscrivere la storia individuale, raggiungere un nuovo equilibrio e ripartire piú forti verso il futuro" conclude la dottoressa Barrea.