Acquisti e viaggi in Molise, Pasquale Guarracino lancia la parola d’ordine: "Made in Molise"

“La nostra è una regione dalle mille possibilità: i molisani sanno reinventarsi, valorizzando le proprie risorse, ma occorre l’aiuto di tutti i corregionali” – esordisce Pasquale Guarracino, Segretario Generale della UILTuCS Molise: ”Mai come in questo momento storico delicatissimo dobbiamo essere bravi a sostenerci a vicenda. Le nostre materie prime sono di altissima qualità, abbiamo ovunque nella nostra regione persone capaci di lavorarle e valorizzarle. Ed allora, mai come oggi, la parola d’ordine per i nostri acquisti dovrebbe essere “Made in Molise”: e non soltanto i privati cittadini dovrebbero approfittare dei prodotti del nostro territorio, ma anche la ristorazione, le mense, le aziende che lavorano in Molise. Tutti dovrebbero fornirsi di prodotti della nostra regione, per far ripartire l’economia, a chilometro zero, con una qualità altissima e a prezzi contenuti. Quello della UILTuCS Molise è un appello che si spera venga raccolto a tutti i livelli ed è rivolto, in primo luogo, alla politica molisana, che può e deve aiutare tutte le piccole realtà locali, che stanno cercando di ripartire puntando sulla qualità e sulla tipicità dei nostri prodotti, ma anche tutte quelle imprese che hanno deciso di investire restando e puntando sul nostro territorio e tutte quelle aziende che il nostro territorio sanno valorizzarlo anche oltre i confini della regione e dell’Italia. L’appello è rivolto anche a tutti i molisani: compriamo prodotti del territorio, ci garantiremo qualità e lavoro. Il Molise parli, mangi, beva, vesta, acquisti e viaggi solo molisano. Viva il Molise!” – conclude Pasquale Guarracino.