Molise Food, il lockdown non ferma i nuovi progetti: a fine maggio apertura di un altro punto vendita a Roma

In questi mesi di lockdown Molise Food non si è fermato ma ha raddoppiato gli sforzi. Non solo ha  continuato ad offrire ai priori clienti un prodotto fresco e di qualità, ma ha anche lavorato all’apertura di un nuovo punto vendita ed ha stretto collaborazioni per espandere il proprio marchio. Il tutto senza dimenticare la solidarietà verso le comunità molisane.

Nel punto vendita di via Alessandria a Roma, i prodotti molisani sono continuati ad arrivare e ad essere venduti. Predisposti tutti gli strumenti di sicurezza per il personale e per i clienti, lo staff di Molise Food ha dato un primo segnale importante abbassando i prezzi di listino di tutti i prodotti in esposizione del 10%. Un messaggio in controtendenza rispetto  a quanto si legge sulla cronaca nazionale in tema di speculazioni. Inoltre ha fornito il servizio a domicilio per tutti i clienti che ne hanno fatto richiesta.  Vendita che ha avuto un punto di eccellenza nella commessa fatta Georgina Leigh Bloomberg: oltre 1000 (mille) bottiglie di vino molisano da distribuire nei circoli ippici statunitensi. La Bloomberg è  proprietaria della squadra equestre di New York Empire. È la figlia di Susan Brown e Michael Bloomberg, ex sindaco di New York City e fondatore di Bloomberg multinazionale operativa nel settore dei mass media con sede a New York e filiali in tutto il mondo.  

Parallelamente al lavoro di vendita, Molise Food ha continuato ad operare nel settore del marketing avviando nuove collaborazioni, mettendone in cantiere altre e, soprattutto, concludendo le pratiche per l’apertura di un nuovo punto vendita.

A fine maggio, la data è ancora da ufficializzare per via delle restrizioni governative anti Covid, il food molisano avrà una nuova vetrina su cui affacciarsi. In Via La Goletta 1 a Roma, nei pressi del mercato “Trionfale” (zona Vaticano), aprirà il secondo punto vendita della capitale. Una nuova fiera permanete per i prodotti molisani di qualità. Così come il negozio di Via Alessandria è collegato ai mercati “Generali”, questo di Via La Goletta avrà nel mercato “Trionfale”, situato in una delle zone più trafficate e vissute di Roma, una enorme visibilità che favorirà la vendita e la commercializzazione del food made in Molise.

Un nuovo punto vendita ma anche nuove collaborazioni. La prima con “Molise e Dintorni” di San Benedetto del Tronto. Un punto vendita di salumi e formaggi tipici del Molise in una delle città turistiche più importanti delle Marche e della riviera adriatica. Una attività nata da poco e creata da giovani imprenditori molisani di stanza nelle Marche. Una collaborazione che porterà i prodotti delle aziende molisane di Molise Food sugli scaffali di “Molise e Dintorni”.  A questa aggiungiamo l’allestimento e l’apertura a breve di un Molise Food Point a Cassino all’interno di una delle più importanti botteghe di vendita delle carni della città.

Da qualche settimana, inoltre, il Molise Food non solo è presente nei banchi del punto vendita ma anche nel sito Eatit.store.  La Eatit.store è la piattaforma web regina per la vendita online, oltre che di promozione, del cibo italiano.  Una vetrina che permetterà l’acquisto dei caciocavalli, della salsiccia, della pampanella, del vino, del caffè e di tante altre tipicità molisane su scala nazionale.

Una vocazione promozionale e di marketing che consentirà a Molise Food, alla Fondazione Quid Novi e alla stessa Eatit.store di stringere una collaborazione con la Confederazione Italiani nel Mondo (CIM) presieduta dal molisano Angelo Sollazzo.   L’obiettivo è quello di portare le specialità culinarie molisane sulle tavole dei tanti italiani sparsi nel mondo (oltre 70 milioni) attraverso la rete e l’associazionismo della CIM.

E per ultima, ma non per ultima, la solidarietà. La Fondazione Quid Novi e Molise Food, così come tante altre realtà produttive italiane, in questi giorni di pandemia da Covid19 non ha fatto mancare il proprio aiuto e disponibilità alla comunità molisana. Accogliendo l'appello lanciato dall'Associazione AraNova, MoliseFood si è subito attivato rendendo disponibile un'offerta economica che ha concorso all'acquisto di un defibrillatore che è stato donato al Comune di Castel San Vincenzo (Is). Ha donato mascherine ffp2 e mascherine chirurgiche ai comuni di Montagano e Portocannone. Altre donazioni saranno effettuate nelle prossime settimane nei comuni regionali. Inoltre sia la Fondazione Quid Novi che Molise Food sono a disposizione se vi fossero delle richieste urgenti di materiali protettivi sanitari.