“VORREI“ di Lucia Paolino - #Poesia Senza Tempo Nel Nostro Tempo

Una poesia intensa, incredibilmente forte e vogliosa di amore. Lucia Paolino, poetessa dall’alto degli Alburni, ha scritto una poesia dal tremor ardente che a se  sprona e dir ogn’or che “vorrei “ trovar il mio padron…

L’amore struggente, quello che accende fuochi pieni di lingue peccaminose tanto da giurar di se l’eterno. 

Questo è scritto, decantato ma, nel cuor desiderato come mai pari e ,senza mezzi termini. 

Nel  pensier ci si finge e, forse nel verbo del desiderio dell’essere, la realtà diventa sogno, desiderio che assunto a se, ispira pensieri, visioni,  e poca realtà. L’amore è cosa seria e, ci si lascia andare solo se esso è un egli e se, egli, è la persona giusta, quella della svolta, della vittoria sul tabù e dal desiderio di essere avvinti come l’edera, baciati come raggi di sole senza rossetto, di abbracci senza limiti di distanze ,da render i due corpi, uno solo.

Amore, amore vero, sincero, passionale, sensuale e decisamente erotico.

L’insoddisfazione rende umani e l’umano non rende se, non decisamente innamorato/a.  Ed allora ci si lascia andare alla immaginazione con la speranza che, prima o poi tutto ,si disegni così come il desiderio impone.

Essere o non essere, amore o amare ? Amare ed essere amati ,per essere ed essere vivi nell’Amore.

“Forse è tardi per vivere tutto ciò? “…. Il tempo non è sentimento ! 

Scandisce solo il ticchettio che prima o poi fermenta in tutti noi e, dall’abbraccio ,la felicità si estende alla mente e la mente si circonda di fervida vita e sincera partecipazione. I corpi finalmente si uniscono, si fondono , nasce l’ardente smania che sprona a dir che sei la mia padrona….. L’amore trionfa, la certezza del contatto è evidente , la tristezza sino al distacco è lì a volar via senza neanche il saluto. Prima o poi tornerà e, per andar via aspetterà lo sbocciare di un nuovo e duraturo “Amore”. La vita è una bilancia, prima o poi troverà la sua stasi sempre nel desiderarla come “ Vorrei “ ! Questo turbinio di instabile voglia di stabile amore, del desiderio di possedere ed essere posseduta è magistralmente raffigurato dall’impronta grafica di Antonietta Aida Caruso nel volume “ Poesia senza tempo nel nostro tempo” edito da Cantieri Creativi .

“ VORREI “ di Lucia Paolino

- Vorrei

ora

che tu fossi qui,

che mi stringessi forte 

e con amore.

- Vorrei

che la tua bocca mi baciasse

fino a soffocarmi teneramente.

- Vorrei

che i nostri corpi,

caldi e insaziabili,

rimanessero avvinti

nel lungo abbraccio dell’amore.

- Vorrei

mio dolcissimo amore,

sparire in te,

perché solo così

non mi mancheresti mai

e la mia infinita tristezza

svanirebbe per sempre.

 

Commento critico

Nell’intima confessione dell’Io poetico e nella consapevolezza di essere niente senza la persona amata la Paolino si svela nei suoi desideri e mancanze.