Gravina: I partecipanti del funerale saranno tutti multati

Il sindaco di Campobasso, Roberto Gravina ha presidiato una conferenza stampa oggi, sabato 9 maggio, in relazione al boom di contagi nella comunità rom di Campobasso: "Il funerale, come abbiamo chiarito non c'è stato,il video che mi è stato recapito da un giornalista, soltanto nella giornata di ieri, il cui orario è in fase di accertamento perchè la persona che lo hai girato, per timore non ha allertato le forze dell'ordine, e quindi quel video si è diffuso tra i contatti di questa persona. Successivamente la Questura è entrata in possesso del video e ha avviato le indagini di rito. Ci sono delle indagini in corso, è sono state identificate almeno i 2/3 delle persone presenti in quel video, e che quindi saranno chiaramente sanzionate rispetto a quelle che sono le violazioni di legge. Per quanto riguarda l'altra immagine, quella all'esterno del cimitero, nella ripartizione dei compiti, so che la Polizia è intervenuta circa alle 09:30, non perchè noi sapessimo di questa storia, ma solamente perchè c'era stata, tra le tante chiamate, una che dichiarava un presento assembramento. La Polizia è intervenuta, e al suo arrivo, si vede un fuggi fuggi di persone, tra cui si riesce a fermare una sola persona che è stata sanzionata. Per quanto riguarda le immagini dall'alto, si riferisce a quando la salma è scesa giu ed è stata caricata nell'auto. Noi eravamo presenti davanti al cimitero, dove abbiamo verificato dalle immagini che non ci fossero assembramenti. Da ieri - continua il sindaco - abbiamo avviato lo screening dei tamponi, ne sono stati processati 60 tamponi, ed ovviamente gli esiti li dobbiamo aspettare. Stiamo collaborando con la Questura per l'incrocio dei dati per ricostruire la catena epidemiologica, che però viene ricostruita da prassi dal Dipartimento di prevenzione. Nonostante l'elenco dei nomi che abbiamo fornito per ricostruire la catena epidemiologica, noi riteniamo che i tampini debbano essere eseguiti sull'intera comunità rom affinchè si possa avere un quadro più chiaro del contagio del virus. I tamponi continueranno nelle prossime ore. Attualmente non ho notizie su eventuali provvedimenti che i vertici della Regione possano attuare, ma posso dire che stiamo coordinando un controllo a tempo, affinchè le persone sottoposte sia a regime di quarantena precauzionale e quelle già risultate positive rispettino la quarantena e siano controllate da Carabinieri, Polizia di Stato e Guardia di Finanza, e anche noi faremo la nostra parte". Successivamente il sindaco ha risposto alle domande dei giornalisti presenti alla riunione on line. Gravina inoltre ha tenuto a precisare che Il fraintendimento che ci fosse stata una deroga, o un'autorizzazione  alla tumulazione non è assolutamente vero. Per quanto riguarda l'ipotetica "Zona rossa" per Campobasso: "Io al momento non ho notizia dell'Hotel che dovrebbe ospitare la comunità rom, ne di notizie in tal senso. Per quanto riguarda la zona rossa, io personalmente non credo che sia la migliore soluzione perchè, noi sappiamo che si tratta di una comunità che tende a frequentarsi in se stessa, e questo da un lato dovrebbe contenere il contagio nell'ambito della loro comunità, fermo restando che se i numeri dovrebbero salire è una scelta che dovremmo prendere in considerazione, insieme al Presidente della Regione Donato Toma. Anche la questione dell'Hotel, non so se sia la scelta più giusta perchè porterebbe ad una ghettizzazione della comunità". Il sindaco inoltre, ha confermato che potranno essere soggetti a tampone anche tutti gli altri cittadini di Campobasso che sono entrati in contatto con la comunità rom