Cambiamenti climatici. Cavaliere agli agricoltori: "Le polizze multirischio rappresentano importante opportunità"

L'assessorato regionale all'Agricoltura rende noto che è stato pubblicato il Decreto ministeriale di attuazione del 'Piano assicurativo nazionale', che prevede la possibilità per gli operatori del settore di stipulare polizze agevolate. "Il contributo pubblico può essere pari al 70% (la quota massima) del costo della polizza, mentre nei diversi rischi assicurabili figurano eventi come la siccità e altre calamità, tra le cause dei cambiamenti climatici. C'è poi la possibilità di assicurarsi anche per epizoozie - come ad esempio la brucellosi in ambito zootecnico o la varrosi per le api - e per le riduzioni di produzione del latte. Occorre inoltre sottolineare che le polizze devono prevedere almeno il 20 percento di riduzione delle produzioni complessive della azienda oggetto dell'assicurazione.  Ci sono poi le cosiddette 'polizze sperimentali', dove il contributo massimo scende al 65% e il livello minimo di produzione sale al 30. Fanno riferimento in particolare all'assicurazione sulla perdita di ricavo, sulla riduzione di resa o riduzione di prezzo e possono coprire la perdita di produzione in base a valori indicizzati. Infine sono assicurabili, con i nuovi strumenti di stabilizzazione del reddito, colture e prodotti quali: frumento duro, oliva, ortofrutticoli, latte bovino e ovicaprino e prodotti dell'avicoltura. Le date si scadenza di adesione ai benefici del decreto: 31 maggio per le colture a ciclo autunno primaverile e coltura permanenti, 30 giugno per quelle primaverili, 15 luglio a ciclo estivo, 31 ottobre per ciclo autunno invernale, vivaistiche, strutture aziendali e allevamenti. L'assessore Nicola Cavaliere invita pertanto tutti gli agricoltori e allevatori a dotarsi di questo importante strumento e a presentare le domande.  La modalità di accesso avviene sul portale Sian tramite i propri CAA di riferimento, il decreto è consultabile anche sul sito del Psr Molise"