Accadde Oggi 17 maggio - #almanacco

Telecronaca della partita di Stoccarda,con la splendida voce di Nando Martellini

La Chiesa festeggia San Pasquale Baylon
1656 – Francesco Corner viene eletto 101º Doge della Repubblica di Venezia
1673 – Louis Joliet e Jacques Marquette iniziano l’esplorazione del fiume Mississippi
1809 – Napoleone I di Francia ordina l’annessione dello Stato Pontificio all’Impero Francese
1865 – Fondazione dell’Unione internazionale delle telecomunicazioni
1875 – Aristides vince il primo Kentucky Derby
1890 – Prima esecuzione al teatro Costanzi di Roma di Cavalleria rusticana di Pietro Mascagni; l’opera inaugura il Verismo musicale italiano
1928 – Amsterdam: Cerimonia di apertura delle Olimpiadi estive

1938 – Nasce Gianni Minà
1940 – Seconda guerra mondiale: La Germania occupa Bruxelles, Belgio
1941 -  Seconda guerra mondiale: Il duca Amedeo d’Aosta, dopo una resistenza di un mese sull’Amba Alagi contro le forze inglesi ed abissine, si arrende.
Seconda guerra mondiale. Tirane. Vasil Laçi (albanese) spara contro Vittorio Emanuele III.
1944 -- Seconda guerra mondiale: Battaglia di MonteCassino, nella notte tra il 17 e il 18 maggio le truppe inglesi sferrano l’assalto decisivo ai Tedeschi
1953 - Roma, Italia: viene inaugurato lo Stadio Olimpico con la partita di calcio Italia-Ungheria

1955 – Nasce l’attore Francesco Nuti
1972 – Milano, il commissario capo della questura Luigi Calabresi viene assassinato in un agguato mentre esce di casa
1981 – Con un referendum, gli italiani confermano la legge sull’aborto del 1978

1989 – Il Napoli vince la coppa Uefa
1990- L’Organizzazione Mondiale della Sanità rimuove l’omosessualità dall’elenco delle malattie mentali
– Indetta come giornata mondiale contro l’Omofobia, sotto proposta di Louis-Georges Tin
1996 – Viene varato il Governo Prodi I.
2003 - Marocco/Casablanca: si susseguono nella notte una serie di attentati terroristici, attribuiti ad Al Qaeda, che causano oltre 40 vittime
- Repubblica Slovacca: si svolge il referendum per l’adesione all’Unione europea al quale partecipa il 52% degli aventi diritto al voto. Il 92% dei votanti vota a favore dell’UE
2006 – Italia: Viene varato il Governo Prodi II, composto da 2 vicepremier, 24 ministri, 9 viceministri e 68 sottosegretari

2012 – Muore Donna Summer
2016 –  Ci lascia Lino Toffolo

Nel porgere gli auguri all’amico Gianni Minà, vogliamo condividere con voi la gioia della vittoria della Coppa Uefa  1988/ 1989 da parte del grande Napoli di Ottavio Bianchi, Maradona, Careca, Alemao, Carnevale, Ferrara. 

La 18^ edizione della Coppa Uefa vide partecipare ben 4 squadre italiane : Roma, Inter, Juventus e Napoli.  Dopo una cavalcata trionfale agli ottavi di finale , mentre i giallorossi venivano sconfitti ed eliminati dalla Dinamo Dresda ed i nerazzurri dal Bayern Monaco, il sorteggio pone difronte le altre due squadre italiane : Napoli ed Juventus.
A Torino vincono i padroni di casa con un secco 2 a 0 ma nella partita di ritorno gli azzurri riescono a ribaltare il risultato. Una partita esaltante, giocata all’ultimo respiro.  Al 10° segna Maradona su rigore, concesso per un fallo su Careca, e allo scadere del primo tempo Alemao ruba la palla a Mauro e la passa a Carnevale che dal limite, con un formidabile destro, batte il portiere Tacconi.
Il secondo tempo si conclude sul 2 a 0 e si passa ai tempi supplementari. A un minuto dalla fine del secondo tempo, il napoletano Renica, insacca, consentendo ai partenopei l'accesso alla semifinale. Un trionfo che consacra già l’amatissimo allenatore partenopeo, Ottavio Bianchi.

In semifinale il Napoli trova l’ostico ed imbattibile Bayer Monaco.

Gli azzurri, forti del vento in poppa, ribaltano i pronostici ed impongono ai tedeschi la supremazia azzurra.
In casa vincono con un perentorio 2-0, con gol di Maradona e Careca. In Germania, con un’ottima partita di contenimento, riescono a superare lo scoglio con un  2-2 magistrale. Careca segna due volte e porta il Napoli direttamente in finale contro lo Stoccarda.

All'andata allo stadio San Paolo, gli azzurri vincono 2-1 e al ritorno, il 17 maggio 1989, pareggiano 3 a 3. Al gol di Alemao risponde Klinsmann, ma allo scadere del primo tempo Ferrara riporta in vantaggio i partenopei servito da un Maradona a mille. Nel secondo tempo, la rete di Careca ipoteca la vittoria e, a nulla servono le due successive segnature dei tedeschi, tra l’altro propiziate da un distratto Di Napoli.  Il Napoli conquista la sua  prima (e unica) coppa europea.