Guardialfiera. Arriva la campana offerta da Vittorio Feltri

Il Parroco, il comitato “ Per la Campana “ di Guardia, Vincenzo di Sabato, amico d’infanzia di Vittorio Feltri, amministratori Comunali, il presidente del Centro Studi “N. Perazzelli” , Giovanni Di Risio, hanno , oggi 22 maggio 2020, accolto la Campana, fusa dalla “ Fonderia Marinelli “ di Agnone, che sostituirà la campana ancora tintinnante più antica al mondo che, sventuratamente, ha subito un danneggiamento e non potrà più cantar suoni a distesa.

Una campana voluta fortemente dai Guardioli che ha visto partecipe alla realizzazione, la cospicua donazione personale di Vittorio Feltri che della sua Guardia ha decantato e ne decanta ancor bellezze e non risparmia amore. Criticato per le sue parole antimeridionali, non di certo lo si può dire per la sua Guardia, che lo ha visto partecipe della sua infanzia felice tanto da scrivere nel capitolo VIII del suo ultimo libro << L’irriverente >> pagine di giubilo e di pura “ riverenza “. Nessuno vuol entrare in merito alle condizioni di critica messe in campo da Vittorio ma, è giusto chiarire che nella sua redazione la maggior parte dei collaboratori sono di origine meridionale. Tra questi, da poco, anche la giornalista molisana Carla Ferrante. Crediamo di aver detto tutto. Di seguito il filmato, inviato dal centro studi, dell’arrivo della Campana e le parole del parroco, Don Antonio Antenucci.