"NA VOTA" di Fernanda Anzovino - #Poesia Senza Tempo Nel Nostro Tempo

Rassegna : Poesia senza tempo nel nostro tempo a cura di M. Varriano

Andiamo avanti con la pubblicazione delle poesia pubblicate sulla raccolta illustrata di Antonietta Caruso, poesie tratte dalla partecipazione alla Giornata Mondiale della Poesia 2 ottobre di Guardialfiera.

Il poeta che ci allieterà con due poesie dialettali dai titoli emblematici : "Na Vota" e "Mbe Trase" trattasi di Fernando Anzovino, conosciutissimo. Benito Faraone ha preso spunto dalle poesie di Ferdinando per farne con la sua musica, splendide canzoni.

 

" NA VOTA " di Fernanda Anzovino

 

- Na vota ce steva

n bbellu paese

de ggent curtese

che nun ce sta cchiu.

Sta povera ggente

Che senza fa' nént

' n puteva sta qua.

Na vota na folla

la chiesa ignéva

e nun se puteva

nu poste truva'

Ma mo, si ce trase

la trove vacante:

'n ze sent nu cant,

'n ze sent'e pria'.

Na vota ce steva

na morra 'e figliole,

ma quante ru vole

vulerne piglia.

Perciò ri vagliune,

che pure so poche,

d'amore ru foche

nn ponn'appiccia.

Na vota ce steva

nu chiare vallone:

che ddoce canzone

pareva canta'.

Ma mo s'è seccate

a s'è amuzzunute

pe' quanta rifiute

ce vanne a ietta'

Na vota ce stéva

nu campesantill

e qua sule chill

ancora ce sta.

Aspetta la ggent

paisana e de fore

che quando se more

se fa purta' qua

Na vota ce steva.....

Me chiagne ru core

pe quanta dolore

sta frase me da'.

Chi sa la speranza

si qua c'è restata

che chésta cuntrata

turnasse a campa' !

 

Commento Critico : In questo componimento spiccano la musicalità ed il ritmo, che, insieme ai versi tronchi, conferiscono un ampio respiro al tema dei tempi che furono e trasportano il lettore nei luoghi ancora nitidi nella memoria, seppure sbiaditi nella realtà.