L’imponderabile cinicità della politica

Incredibile … Il Governo continua a depauperare le regole del vivere comune e si spacca pure sull’esercito “ gratuito “ degli assistenti civici; altra grande “ schifezza “ di una politica che ormai ha il sapore della sciatteria. 

Si arruolano “ spie “ autorizzate che, agli occhi della gente, potrebbero sembrare un balzello generalista di un governo che parla di sinistra ma che della sinistra ha solo indegnamente il nome. Torna il fascismo della rappresaglia, incompatibile con la “ democrazia “ . Democrazia decantata e cantata a squarciagola, ma con il cappio ad essa annodato. Spie travestite da assistenti , arruolate “ gratis “, come se i politici ogni mese facessero beneficenza del loro lauto stipendio.

Si cerca ad ogni occasione lo scontro sociale. Non s쳭eva dalla resistenza che si propinasse lo spingere gli italiani a combatter tra di loro una guerra psicologica e di fazioni sotto la spada di un virus che fa meno male di una politica assurda, contraddittoria e piena di notizie false,  nascoste da un incompetente direttorio. Ma come può un Ministro del Sud rappresentare una “ Boiarda “ azione che mira al controllo sistematico da parte di “ soldatini “ arruolati per combattere una guerra già fredda di suo? Una chiamata alle armi con arruolamento per “bando” amplificato da un megafono che urla a lunatici grillini, dalla spada alzata contro tutto e tutti, e san solo guardar nell’orto del vicino senza mai rivolgere lo sguardo in quello loro.  Come la spedizione dei Mille, si vuol colpire , con “argute” lame affilate. Lame fatte  di  gente che è senza lavoro, piena di rancore . Si spera  in un loro arbitrario abusare della funzione, nei confronti dei vari malcapitati di turno, un po’ come per le “ fantastiche multe da coronavirus “.  Collaborare al distanziamento sociale ? Incredibile ma vero !

Occorre trovare un vaccino contro la politica dei pazzi , no per debellare il virus. Si farebbe prima e si godrebbe finalmente di libertà e democrazia, ahinoi, sempre più a rischio. 

Una deriva sociale che, per fortuna,  non trova tutti d’accordo. Una deriva che mina ulteriormente il ritorno al una normalità sempre più lontana . Uscite improprie, proposte, decreti che hanno il senso del ridicolo, di regime , che poco hanno a che fare con il Comunismo, come qualcuno vorrebbe far credere. Siamo stati inondati, sotto la regia di Casalino, maestro indiscusso, di Decreti, di finte promesse, di spot , di slogan, come nessun governo aveva mai fatto. Adesso si arruola l’esercito delle guardie al servizio di generalisti, populisti, giustizialisti, in parte mascherati da sinistroidi senza partito, o meglio, sotto un partito , il PD, che guarda “ innanzi “ e spera in un ritorno del caos per mettere all’angolo l’alleato , troppo preso a godersi la comodità di poltrone e la spartizione di un paniere pieno di succulente cibo da arraffare. E meno male che il peggio è passato ! Adesso dovremo sorbirci una politica pessima, irresponsabile e spregiudicata come non mai. Speriamo solo che le divise delle volontarie spie, non abbiano il colore del “ nero “ !