Coronavirus. Tarro: I tamponi favoriscono i contagi

Così il noto virologo Giulio Tarro, ospite in una diretta recentemente su Moliseweb.

<< Il Coronavirus si sta spegnendo e, gli asintomatici non contagiano >>. Continua come un fiume in piena - <<  I contagi scendono giorno per giorno fra un po’ questa storia sarà finita per tutti noi >>. 

Uno studio riporta un esperimento : un soggetto, positivo al Coronavirus ma asintomatico, è entrato in contatto con ben 455 persone sane e nessuna di queste ha contratto il virus. Questo esperimento, di valore scientifico, non è confutabile con quello che sta s쳭endo in Brasile in questi giorni. << Non dimentichiamoci che in Brasile è autunno/inverno mentre qui siamo in primavera/estate e, questo ci favorisce rispetto all’altra parte dell’equatore >>, continua con la sua incredibile calma, il virologo. << La terapia intensiva è ormai vuota poiché si è capiti come curare in quanto i polmoni non vengono, come si era inteso all’inizio, colpiti da polmonite interstiziale bensì da tromboembolie, i raggi ultravioletti debellano tutti i virus corona>>. Sull’indagine sierologica torna a parlarne e si rammarica del ritardo che oggi la rende non propriamente più adeguata << Siamo a giugno, non vedo più vantaggi. Si sarebbe dovuta fare molto prima, quando la curva dei contagi era alta, ciò che il dott. Bacco ha fatto in precedenza. In Italia si è basato tutto sui tamponi che, pare, abbiano addirittura favorito, in alcuni casi, il contagio>>. Alla domanda sulla responsabilità dei droplet risponde con grande precisione << Non si può fare un discorso astratto. Occorre circostanziare tutto e non parlare tanto per farlo e senza cognizioni e condizioni specifiche. Nel tossire o starnutire, le goccioline è chiaro che si propagano ed anche oltre il metro. Se si dialoga, la distanza è assolutamente irrilevante, c’è scritto su ogni manuale di microbiologia, e quindi il rischio di contagio è praticamente inesistente>>. Il Prof. Tarro ci lascia con un’ultima e significativa riflessione,  << Il virus non è più così potente, si può stare tranquilli e non abbandonarsi a psicosi, spesso pilotate, che onestamente, credo non abbiano ragione di esistere. Siate prudenti ma vivete la vs vita senza alterazioni esterne e senza condizionamenti. Si vive meglio e, più a lungo >>.

Nella lunga diretta di Moliseweb di qualche settimana fa, il professore aveva previsto pedissequamente ciò che sarebbe accaduto nell’ultima settimana che abbiamo appena trascorso. Non ha “ sgarrato “ di una virgola. C’è da credergli.