“MISERICORDIOSO AMORE“ (A San Pio) di Liliana Onesti - #Poesia Senza Tempo Nel Nostro Tempo

Il 5 maggio 1956, Padre Pio compiva il suo primo grande miracolo. Casa Sollievo della Sofferenza divenne realtà. Una costruzione che nel suo alzarsi dalle  fondamenta, ha avuto difficoltà, traversie economiche non da poco conto, ritrosie e grandi ostacoli umani. Combattere contro tutti e tutto è stato difficile per un Padre Pio già debilitato ma, la sua tenacia , la sua Fede ed il suo coraggio da fraticello povero ma ricco, ha compiuto il resto. Con una poesia/preghiera, ben commentata criticamente da Carol Guarascio e Elèna Varanese e, descritta mirabilmente nella grafica da Antonietta Aida Caruso, nel rappresentare un Padre Pio stilizzato dal profondo occhio verso il Mondo,  la poetessa, tra l’altro bravissima, ha mostrato al Mondo la vera volontà di un Frate, oggi Santo.  Dal titolo “ Misericordioso Amore canta  “l’aspirazione “ di Padre Pio. – Volare alla Casa del Padre e generare un soffio di vento che, tramutato in “ uragano “, colpisse con la sua sferza il Mondo intero, per una redenzione che ancora oggi stenta ad omologarsi -. La forza di un “già Santo” porta a sé , in quel di San Giovanni Rotondo, milioni di pellegrini l’anno . Un Frate in vita minuto, poco incline alle smancerie, sempre debitamente burbero ma, dal cuore grande oltre ogni limite umano e quindi, da sempre “ Divino “. - L’amica Liliana ne canta la semplicità con una  preghiera recitata ed sparsa al vento senza pari, per i più deboli, per chi della via ne ha perso la traccia, solcando strade senza sbocco e senza ritorno - . Un San Pio che mai, nonostante le incredibili sofferenze, e non solo corporali, ha dedicato ogni suo sospiro al Mondo, a chi del Mondo ne ha fatto proprietà e carta da bruciare in fuochi d’Inferno. San Pio, volevi andartene in silenzio, senza clamori, senza prospettive per te , per la tua gente. Lo hai fatto aprendo porte e cuori, occhi e mani irrigidite dall’egoismo e dalla frenesia del tempo.

Il cielo si è squarciato e, la Porta del paradiso ti si è aperta. Il Padre Celeste, suo Figlio ed ogni singolo attore di un Mondo Paradisiaco, son tutti li. Ti hanno aspettato e, la Festa è iniziata. Finirà solo quando tu deciderai di tornar a compiere l’ultimo desiderio del Mondo : la Pace in ogni suo angolo….. Prima o poi, farai anche questo miracolo e, il tuo Misericordioso Amore, sarà per tutti la “ manna “. 

“ MISERICORDIOSO AMORE “ ( A San Pio ) di Liliana Onesti

  • Oro, argento ,lusso, successo…

Correvano lontani da te, soli!

Tu invece osavi alzare lo sguardo

verso lidi ricolmi di vero lustro,

dove la luce copra ogni povertà,

rischiara ogni arido terreno !

  • Il mondo andava…ma tu in

mesto silenzio sostavi sul Trono

dell’eterno dolore, fino a divenire

nullità fusa con Suo Mistero.

  • Dialogo continuo, segreto, refrigerio

intimo da effondere all’Universo.

Un unico fine il tuo…implorare

Perdono, pace, amore per gli ultimi,

per quanti seguivano strade nude,

dove solo i ciottoli fanno rumore.

  • Volevi ardentemente Luce ed ecco…

Ora la tua Morgia Celeste

contempli le beate schiere celesti,

il povero – ricco fraticello ha

aperto la Porta al gaudio infinito,

con il plauso unanime del Padre, del

Figlio e dello Spirito Santo…

  • Sei Suo, non vedevi l’ora di viverLo

Nel Suo tempo, nel Vero spazio,

dove tutto si tramuta in…

Misericordioso Amore !

GRAZIE

 

Commento Critico

Col tono di una preghiera di ringraziamento, i versi accendono una luce poetica che diventa divina e illumina il volto santo di Padre Pio, povero , ricco fraticello nel misericordioso amore.