Vietri di Larino Centro Covid, Federico (M5S): "Opportunità da cogliere con intelligenza e lungimiranza"

Nell’ambito dell’emergenza Covid, con il Decreto Rilancio, il Governo ha garantito al Molise 7 milioni di euro sulla rete ospedaliera, da destinare anche a 14 posti di terapia intensiva in più, e 2,2 milioni di euro per il personale tra incentivi e ulteriori assunzioni. E' quanto dichiarato dal Portavoce alla Camera dei Deputati del Movimento Cinque Stelle, Antonio Federico: "Queste risorse servono a rendere strutturali gli interventi effettuati negli ospedali durante l’emergenza e farli essere compatibili con i servizi ordinari per proteggere i molisani dal contagio e farsi trovare pronti in caso di ritorno del virus. Entro il 17 giugno, il governatore del Molise deve presentare al Ministero della Salute un programma operativo della rete ospedaliera Covid, che abbracci l’intera regione.  Per me la priorità è superare la promiscuità tra pazienti Covid e non, all’interno dell’ospedale Cardarelli di Campobasso, perché è l’unico a gestire le urgenze con una Rianimazione per qualsiasi patologia ed è un punto di riferimento per tutte le discipline.  La possibilità di utilizzare il Vietri per il Covid, invece, va colta con intelligenza e lungimiranza. Se davvero vogliamo dare a Larino una prospettiva oltre l’emergenza, pur rimanendo nell’ambito del contrasto al virus, dobbiamo ancorare il Vietri alla medicina del territorio, alla prevenzione del virus, alle dimissioni protette e alla riabilitazione che renderebbe la struttura un polo d’eccellenza quasi unico in Italia. Secondo le indicazioni dei tecnici del Ministero della Salute, le terapie intensive vanno realizzate o rafforzate solo dove già presenti e al Vietri, tecnicamente, è già possibile farlo. Su questo punto attendiamo le valutazioni del commissario Giustini, del Ministero e la proposta del governatore che ha valenza anche economica. Sì, perché se il Vietri centro Covid rientrerà nel piano proposto da Toma, per rimodulare la struttura sarà possibile utilizzare i fondi del Governo nazionale, altrimenti dovrà farsene carico il sistema sanitario regionale. Insomma, la proposta decisiva sarà quella del presidente. Ad ogni modo, sosteniamo la scelta di Larino ma in un’ottica ampia, per rendere la struttura strategica, una eccellenza in ambito Covid. Anche con le decisioni che saranno prese sul Vietri, il Molise ha la possibilità di riassestare l’intero sistema sanitario. La nostra regione deve saper cogliere questa occasione. Io ci sono, il MoVimento 5 Stelle c’è".