ACCADDE OGGI 12 GIUGNO #ALMANACCO - Molise Web giornale online molisano

Accadde Oggi 12 giugno #almanacco

La Chiesa festeggia Sant’Anna Kasinskaja, principessa di Pskov e monaca

1429 – I francesi guidati da Giovanna d’Arco conquistano la città di Jargeau                                         
1790 – Avignone ed il Contado Venassino, antico possedimento pontificio, chiede la riunione alla Francia, rinnovandola definitivamente il 18 agosto 1791.
1817 – Il Papa Pio VII pubblica la Lettera Enciclica Vineam quam plantavit,                            1849 – La maschera antigas viene brevettata da L.P. Haslett
1897 – Karl Elsener brevetta il Coltello dell’ufficiale. L’oggetto diventerà in seguito noto come coltellino svizzero
1901 – Cuba accetta di diventare un protettorato statunitense accettando il Primo Emendamento
1940 – Seconda guerra mondiale: 54.000 soldati inglesi e francesi si arrendono Rommel

1942 – Anna Frank riceve un diario come regalo per il suo tredicesimo compleanno
1944 – Il leader comunista cinese Mao Tse-tung annuncia che appoggerà il capo del Kuomintang, Chiang Kai-shek, nella guerra contro l’Impero giapponese
1963 – Stati Uniti d’AmericaIl leader del diritti civili Medgar Evers viene ucciso con colpi di arma da fuoco, davanti alla sua casa di Jackson (Mississippi).
1964 – Il Sudafrica condanna Nelson Mandela all’ergastolo
1965 – I Rolling Stones lanciano la celebre canzone Satisfaction.
1975 – Il Primo Ministro indiano Indira Gandhi viene trovata colpevole di brogli elettorali nelle elezioni del 1971
1981 – 1982750.000 persone manifestano contro le armi nucleari, nel Central Park di New York. Jackson Browne, James Taylor, Bruce Springsteen, e Linda Ronstadt sono presenti
1981 – Secondo giorno alla spasmodica azione di soccorso per salvare il piccolo Alfredino Rampi
1984 – È convertito in legge dal Governo Craxi il decreto di febbraio che abolisce 4 punti della scala mobile
1987 – Il presidente statunitense Ronald Reagan sfida pubblicamente Gorba?ëv ad abbattere il Muro di Berlino.
1990 – Il parlamento della Federazione Russa dichiara formalmente la sua sovranità
1991 – I russi eleggono Boris Yeltsin come presidente della repubblica
1994 – Nicole Brown Simpson e Ronald Goldman vengono assassinati nella casa di lei a Los Angeles, California. O. J. Simpson verrà in seguito scagionato degli omicidi, ma ritenuto responsabile civile
1999 – La forza di mantenimento della pace delle Nazioni Unite (Kfor), a guida NATO, entra nella provincia del Kosovo nella Repubblica Federale di Jugoslavia
2010 – Città del Messico, bande di narcotrafficanti provocano scontri causando la morte di 77 persone, l’episodio viene considerato una Mattanza dall’opinione pubblica.
2015 – Esce nelle sale Jurassic World.
2016 – Una strage in un locale gay di Orlando, rivendicata dall’ISIS, provoca 50 morti e 53 feriti.
2018 – Il presidente statunitense Donald Trump ed il leader nordcoreano Kim Jong-un si incontrano a Singapore per lavorare a una completa denuclearizzazione della Corea del Nord.

FAO – Giornata mondiale contro il lavoro minorile

Nati

George H. W. Bush (1924)
Nino Formicola (1953)
Anna Frank (1929)
Margherita Hack (1922)

Sandro Penna (1906)
 

Morti

Leo Buscaglia (1998)
Gregory Peck (2003)

Anche oggi una data da ricordare per tanta storia ed avvenimenti importantissimi. Nasce Anna Frank nel 1929 a cui viene regalato un diario proprio lo stesso giorno della nascita ma nell’anno 1942, diario su cui scriverà le sue memorie. Nel 1964 la condanna per Nelson Mandela che lo costringe ad un lungo periodo carcerario. Ma, crediamo giusto favorire con tutti voi il ricordo di Margherita Hack che nasce il 12 giugno 1922.

Margherita Hack è nata a Firenze nel 1922. Il padre è contabile, lavoro che esige pignoleria, la madre invece, dopo studi d’arte, dipinge miniature agli Uffizi. Entrambi i genitori frequentano ambienti intellettuali critici alle religioni tradizionali e al fascismo e trasmettono alla figlia (“inculcano”, dice lei) i valori fondamentali di libertà e giustizia, oltre che la scelta vegetariana: Margherita non ha mai mangiato carne. Per il resto non la condizionano, tanto che lei prende presto la via di un rigoroso ateismo senza seguirli nell’eclettismo religioso della teosofia, ed è spensieratamente fascista fin quando, nel 1938, le leggi razziali le rubano un’amata professoressa di scienze, ebrea.

Dopo studi classici, e avventure sportive che la porteranno ad avere buoni successi nell’atletica, frequenta la facoltà di Fisica a Firenze e nel 1945, a guerra conclusa, si laurea. Scrivendo la tesi comincia a occuparsi della spettroscopia delle stelle, campo di studi interno all’astronomia che continuerà a studiare, insieme alla radioastronomia, per tutta la vita.

Comincia a insegnare all’università e nel 1954 inaugura una lunga carriera di divulgatrice, iniziando a scrivere di scienza per un quotidiano. Per dieci anni gira le università di mezzo mondo finché, nel 1964, ottiene la cattedra di astronomia a Trieste e le chiavi dell’Osservatorio astronomico, che rimarrà sotto la sua direzione per quasi trent’anni trasformandosi da cenerentola d’Italia a istituzione di riferimento a livello internazionale.
Non simpatizzanti del regime fascista di Mussolini, sono vittime di discriminazioni. Sono inoltre vegetariani convinti e trasmetteranno questa filosofia alla figlia Margherita.

Frequenta il liceo classico e inizia a praticare pallacanestro e atletica, ottenendo discreti risultati a livello nazionale nel salto in alto. Nel 1943 all'Università di Firenze, dove frequenta la Facoltà di Fisica, dopo dieci anni ritrova l'amico di infanzia Aldo, che sposa l'anno successivo.

Nel 1945, a guerra finita, Margherita Hack si laurea con una tesi di astrofisica relativa a una ricerca sulle cefeidi, una classe di stelle variabili. Il lavoro viene condotto presso l'Osservatorio astronomico di Arcetri, luogo presso il quale inizia a occuparsi di spettroscopia stellare, che diventerà il suo principale campo di ricerca.

Inizia un periodo di precariato come assistente presso lo stesso Osservatorio e come insegnante presso l'Istituto di Ottica dell'Università di Firenze. Nel 1947 la Ducati, industria milanese che inizia a occuparsi di ottica, le offre il primo impiego. Margherita accetta, si trasferisce con la famiglia, mo dopo un solo anno sente l'esigenza di tornare al "suo" ambiente universitario, a Firenze.


Scrive, oltre a centinaia di pubblicazioni scientifiche, testi universitari e libri di divulgazione di grande successo. Fonda riviste (L’Astronomia, Le Stelle), si impegna in politica ed è in prima linea per difendere con passione le sue opinioni in molte battaglie civili, come quella a favore dell’eutanasia, che lei appoggia perché, dice, “la vita e la morte appartengono all'uomo e non a Dio”.

Il 29 giugno 2013 la celebre astrofisica ha raggiunto le amate stelle.

Ciao Margherita, è stato un privilegio averti come autrice e sostenitrice. Sei stata un esempio di coraggio e simpatia, di intelligenza e tenacia, non hai mai mollato fino alla fine. Lasci un grande vuoto sia nel paese che in ognuno di noi. Ti penseremo guardando il cielo stellato... In fondo, come dicevi tu, siamo tutti figli delle stelle.