La stella di goran kuzminac non si e’ ancora spenta

Oggi è il compleanno di un grande musicista/poeta che ci ha lasciato senza poter cantare la sua ultima canzone. L'amico Goran Kuzminac da Trento in una giornata piovosa e piena di tristezza , sospirò emanando note di assoluta Vita. Nel suo calvario trascorso sulle colline, che vedono Francesco Moser esserne cittadino e produttore di vini eccellenti, si ritirò per ricongiungersi ai suoi cari e lasciarne eredità non umana ma dalla inimmaginabile freschezza poetica e ancor più dirompente. L'ultimo suo tour, amava il Molise, fu organizzato dal sottoscritto e, fu una raccolta incredibile di successi. Un bravissimo Giuseppe Carriera ne tracciò un profilò fantastico. Le sue note ancora echeggiano e ci fanno e faranno sognare. In una serata d'estate fredda e piovosa , coadiuvato da Giacomo Lelli si propose con modestia ed umanità fuori dal comune. Accompagnò alla chitarra la performance di Monsieur David e, di corsa a cena con Antonio Manzi . Sapore di antico, sapore di ricordi senza tempo. Era l'estate del 2016. Grazie amico Mio.....

 

STELLA DEL NORD 

Guarda il mattino,

Si sta aprendo

Su questa citta',

Mi piace vedere studenti di Amburgo

Ubriachi di birra scura,

E bionde francesi

Che ridono

Senza nessuna paura.

E i volti stan cambiando

Eppure cosi' uguali,

Il Danubio striscia via,

Non è mai stato blu,

Nemmeno a casa mia,

Mille sogni piu' in giu'

Oh stella del nord

Vieni via

Troveremo una stanza d'albergo tutta a fiori,

Ed una padrona grassa piena di allegria,

Oh stella del nord

Oh stella del nord.

E poi andremo fuori,

A respirare

E a ridere un po'

Di quella gente che cerca Strauss

Sotto i lampioni del centro,

Ma i veri poeti si nascondono bene,

Dentro incredibili bar

Oh stella del nord

Vieni via

Troveremo la vera gente che suona per le strade

Balleremo e canteremo in allegria,

Nessuno ce l'ha detto che la giovinezza passa

Oh stella del nord