Termoli, arriva l'app "QuantiSiamo" per monitorare le spiagge libere

Dopo "Immuni", l'app fortemente voluta dal Ministero della Salute per scoprire se abbiamo avuto un'esposizione a rischio, anche se siamo asintomatici, è l'ora anche di "QuantiSiamo".

Presentata e lanciata ufficialmente mercoledì 9 luglio, in Sala Consiliare a Termoli, l'app "QuantiSiamo" ha lo scopo di monitorare la situazione Covid nelle spiagge libere termolesi del litorale Nord (in particolare, con 8 tratti che vanno dal Castello alla Torretta) e Sud di Rio Vivo (solo i primi due tratti). Utilizzarla è semplicissimo, dato che funziona in modo pressoché identico alla già nota "ImmuniApp": l'utente indica sull'applicazione in quale spiaggia sta per entrare, con quante persone e con quanti ombrelloni. A tutto il resto, ci penserà l'app, avvertendo l'utente con dei simboli: bollino rosso se la spiaggia è già affollata, arancione se lo è in parte e verde se c'è il via libera. 

L'app "QuantiSiamo" si può scaricare direttamente dal Play Store, su dispositivi Android, e dall'App Store, su dispositivi iOS, in modo totalmente gratuito, e permetterà di monitorare quante persone, all'incirca, vi sono nei tratti di litorale libero attrezzati. All'ingresso dei tratti di spiaggia in questione, indicate sulla mappa dell'app, inoltre, verrà affisso un cartello per invitare i bagnanti a scaricarla e ad utilizzarla. 

"Scaricatela, usatela e segnalateci i problemi" questo è l'appello di Davide D'Angelo, colui che ha sviluppato l'app, che ha presentato l'iniziativa insieme a Michele Barile, assessore al Turismo, e Angelo di Campli della Rieco, società che ha collaborato al progetto.

"QuantiSiamo" è per il momento disponibile per tratti brevi e ben selezionati della costa termolese, tuttavia si pensa già di estendere il suo utilizzo a bar, ristoranti, negozi e altre realtà turistiche di vario genere.

di Mariagrazia Staffieri