Scuola e TPL, Fanelli: Martedì in Consiglio porteremo le nostre proposte

Sarà una giornata importante, quella di martedì prossimo 21 luglio, per la Scuola molisana ed il trasporto pubblico. In modo bipartisan per la Scuola, è stata chiesta la convocazione di due sedute monotematiche specifiche per discutere e decidere come il Molise dovrà affrontare le questioni ancora insolute che gravano su questi due importanti settori.
Il Gruppo consiliare del Partito Democratico, primo firmatario della richiesta di monotematico sulla Scuola e sul sistema della formazione in Molise, presenterà in Aula un pacchetto di soluzioni e proposte, dopo l'ascolto delle esigenze dei lavoratori e dei sindacati del sistema scolastico, delle famiglie, degli enti.

“Ringraziando i colleghi di entrambi gli schieramenti, che hanno sottoscritto la nostra richiesta di discussione sulla Scuola che necessita di garanzie per la ripartenza a settembre, l’ordine del giorno del Pd focalizzerà l’attenzione sull’impellenza di mettere al centro delle decisioni regionali l'esigenza di garantire ‘più scuola sicura’. – ha anticipato il Capogruppo Micaela Fanelli – Chiederemo al Consiglio e alla Giunta di proporre alla Conferenza Stato Regioni e al Ministero nuovi criteri di riparto dei fondi nazionali e maggiore organico aggiuntivo, la certezza delle attività educative 0-6 anni, ma anche il sostegno e la valorizzazione l'Ateneo molisano, con la previsione della riduzione dei costi per gli studenti e l'investimento in maggiori servizi.  Senza dimenticare la riforma della formazione professionale regionale ed una più forte concertazione a livello regionale con le parti sociali, attivando un Tavolo regionale operativo, insieme all’Ufficio Scolastico Regionale, le OO.SS., i rappresentanti degli Enti Locali e gli stakeholder. Quello che auspichiamo, dunque, è che la Regione si faccia pro-attiva rispetto ai bisogni, ormai non più procrastinabili, del sistema scolastico, anche per quanto attiene ai servizi collaterali, quali ad esempio quello del trasporto pubblico. E proprio sul Tpl, in discussione nel consiglio regionale monotematico della mattina di martedì, ho sottoscritto un atto che raccoglie numerosi suggerimenti, a partire dall'esigenza di riprendere le corse, pagare i lavoratori, garantire la massima sicurezza del servizio, restituire o permutare gli abbonamenti non goduti nel periodo di lockdown. Dunque, un maggiore impegno da parte della Regione anche sul fronte del trasporto pubblico - ha concluso Micaela Fanelli –  ad iniziare dall’espletamento della nuova gara, che dopo l'emergenza Covid va assolutamente avviata e conclusa in tempi rapidi”.